Diversi istituti di credito hanno reso disponibile ai propri clienti, la possibilità di pagare le multe via internet.

Si tratta di un metodo che sta diventando molto diffuso, visto che evita lunghe file d’attesa in banca o in posta.

I problemi maggiormente riscontrati sono quelli relativi al termine massimo di pagamento, per ottenere la popolare riduzione del 30% entro cinque giorni dal pagamento. Per chi non fosse aggiornato in merito alla possibilità di pagare multe con Home Banking, ricordiamo che la transazione vale dalla data in cui l’ente ha ricevuto l’importo dovuto.

La data di accredito vale come pagamento

Non dovete tenere in considerazione il pagamento multe con la data di presa in carico, onde evitare altre sanzioni aggiuntive. Qual è la differenza tra pagamento in contanti e home banking? Che nella scelta di queste due opzioni vale la data in cui viene effettuato il pagamento.

Chi ha trasgredito il codice della strada e desidera pagare la sanzione amministrativa con uno sconto, deve recarsi a effettuare il pagamento entro cinque giorni dalla notifica di pagamento. Per quale motivo tutti questi problemi per la data? Perché nei casi in cui non sia effettuato il bonifico entro la data prevista, l’ente creditore può procedere con la riscossione coattiva.

Confisca del veicolo e violazione

Ricordiamo a tutti i contribuenti che la riduzione del 30% non viene applicata quando si parla di violazioni per cui è prevista una sanzione accessoria relativa alla confisca dell’auto o nei casi di sospensione della patente.

I pagamenti delle multe con home banking possono mettere a rischio il beneficio dello sconto e di conseguenza, vi consigliamo di controllare con attenzione la data di valuta, per evitare di ritrovarsi a pagare le penali a costo pieno. Le comodità moderne del web sono utili ma hanno i loro limiti, per questo motivo a volte è meglio pagare in posta ogni tipo di sanzione ricevuta.

certificato_unicasim


Finanziamento online, quale scegliere e come orientarsi

Finanziamento a fondo perduto, cos’è e chi ne ha diritto