Palermo, colpo alla mafia nigeriana: 17 le persone arrestate

Colpo alla mafia nigeriana, 17 arresti a Palermo

Duro colpo alla mafia nigeriana. A Palermo 17 persone sono finite in manette con l’accusa di sfruttamento della prostituzione.

PALERMO – L’operazione ‘No Fly Zone‘ ha portato all’arresto di 17 persone (10 sono ancora ricercate) a Palermo accusate di sfruttamento della prostituzione mentre altre due state iscritte sul registro degli indagati. I fermati dalla Squadra Mobile fanno parte del clan nigeriano denominato Ely Supreme Confraternity che gestiva l’intero territorio siciliano ma anche degli affari anche a Napoli, Torino, Cagliari e in provincia di Treviso.

Le persone arrestate sono state portate in carcere mentre per le indagini proseguono per cercare di rintracciare i dieci indagati che non sono stati trovati al momento dell’operazione coordinata dalla Procura di Palermo. Il magistrato delle prossime ore effettuerà gli interrogatori di garanzia prima di convalidare il fermo.

Palermo, arrestate 17 persone: le indagini partite dalla denuncia di una ragazza

Le indagini della Squadra Mobile sono partite dopo la denuncia di una ragazza nigeriana che era stata vittima di questo sfruttamento della prostituzione. Gli inquirenti hanno subito individuato la casa degli appuntamenti nel quartiere storico di Ballarò e col tempo sono riusciti ad arrivare ai vertici di questa organizzazione.

Fondamentale la testimonianza di due connazionali della giovane. Uno di questi era stato vittima di un’aggressione nel settembre 2018 proprio nel quartiere di Ballarò e l’amico aveva riferito agli inquirenti della spedizione punitiva della mafia nigeriana. Da qui una collaborazione che ha portato al fermo delle 17 persone.

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Operazione antimafia a Palermo, Salvini: “Altro colpo, grazie alle Forze dell’Ordine”

L’operazione è stata commentata anche dal vicepremier Matteo Salvini: “Altro colpo alla mafia nigeriana – scrive su Facebook con 13 fermi disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Violenti organizzati, senza scrupoli: i boss africani rappresentano un pericolo crescente che va subito estirpato. Grazie a forze dell’ordine e inquirenti“.

Di seguito il post di Matteo Salvini su Facebook

Altro colpo alla mafia nigeriana, con tredici fermi disposti dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo….

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 4 aprile 2019

Sulla vicenda ha detto la sua anche Giorgia Meloni: “Grazie alle nostre forze dell’ordine per avere arrestato 13 nigeriani che, a Palermo, hanno dato vita a una vera e propria organizzazione criminale con regole e gerarchie simili a quella della mafia siciliana. Fratelli d’Italia che, da tempo, denuncia il proliferare di questo fenomeno su tutto il territorio nazionale. Questa operazione farà aprire gli occhi ai guru dell’antimafia e dell’incriminazione indiscriminata?“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 04-04-2019

X