Palermo, rapinatore morto in un minimarket. L’uomo sarebbe rimasto ucciso in seguito alla colluttazione con il titolare del negozio e uno dei dipendenti.

Rapina finisce in tragedia a Palermo, dove un rapinatore è stato ucciso a bastonate dal titolare del negozio dove si era introdotto per mettere a segno il colpo.

Palermo, rapinatore ucciso durante la rapina in un minimarket

La tragedia si è consumata a Palermo, in un minimarket situato in via Maqueda. Il rapinatore si sarebbe introdotto nel piccolo negozio per mettere a segno la rapina ma avrebbe dovuto fare i conti con la reazione del titolare dell’esercizio commerciale.

La prima ricostruzione

Sarebbe scaturita una violenta colluttazione alla quale avrebbe preso parte, stando alle prime ricostruzioni, anche uno dei dipendenti del negozio, intervenuto per dare man forte al titolare del minimarket, un cittadino del Bangladesh. Ad avere la peggio proprio il rapinatore, rimasto ucciso. Il titolare del negozio e il suo dipendente sono rimasti feriti ma le loro condizioni non sarebbero gravi.

Ricorso Al Prefetto
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/polizia-strada-controllo-pattuglia-883975/

Al momento del loro attivo nell’esercizio commerciale, gli agenti hanno trovato il corpo del rapinatore già senza vita. Al suo fianco un bastone sporco di sangue, probabilmente l’arma con cui è stato ucciso. Gli agenti della squadra mobile hanno trovato inoltre i cocci di una bottiglia di vetro andata in frantumi. Da chiarire se sia stata usata come arma improvvisata o se si sia rotta durante la colluttazione.

Le indagini degli inquirenti

Gli inquirenti hanno ascoltato il titolare del negozio, il suo dipendente intervenuto nella colluttazione e i testimoni. Per fare luce sulla dinamica della rapina saranno visionate anche le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nel negozio.


Violenze sessuali su 13enne, arrestato militare a Cuneo

Carapelle (Foggia), operaio morto schiacciato da un mezzo pesante