Panerai Radiomir: un’invenzione geniale

Il procedimento inventato da Guido Panerai negli anni Trenta per rendere autoluminosi i quadranti degli strumenti di puntamento, diede origine a un iconico segnatempo.

chiudi

Caricamento Player...

Ideato da Guido Panerai nella metà degli anni Trenta, il Radiomir era un procedimento per rendere autoluminosi quadranti di strumenti, congegni di mira e reticoli per cannocchiali. Si basava su una miscela di fosforo e materiale radioattivo in pasta, che veniva inserito in alveoli ricavati nel materiale costituente il quadrante dello strumento o il reticolo dei cannocchiale di puntamento, rendendolo luminescente e pertanto visibili anche al buio. La Regia Marina fu la prima a capirne i vantaggi utilizzando gli strumenti autoluminosi Panerai sui MAS.

Nel 1936 la Panerai applicò tale procedimento per realizzare, su commissione del primo gruppo sommergibili della Regia Marina, l’orologio degli incursori subacquei. Furono allestiti vari prototipi utilizzando i quadranti Rolex di cui la Maison fiorentina era concessionaria sin dai primi anni Venti.

Esistono esemplari con quadrante di ispirazione Rolex California Dial con la meta superiore in numeri romani e l’inferiore in numeri arabi.

Il quadrante era a sandwich oppure “Parigi” (dal nome del suo inventore), cioè formato da due parti. In quella inferiore era contenuta la miscela al radio protetta da un velo di plexiglass. Nella superiore c’erano i numeri e gli indici traforati. La cassa in acciaio da 47 mm a forma di cuscino, presentava anse saldate a filo e corona a vite con inciso il marchio Rolex. Il fondello a vite poteva essere aperto solo tramite una chiave speciale sfaccettata fornita dalla Rolex. All’interno i punzoni Rolex e i numeri seriali. Il vetro era in Perspex spesso circa 4 mm.

Le prime consegne ai reparti iniziarono nel 1938. L’orologio Radiomir divenne parte dell’equipaggiamento degli uomini della Xa Flottiglia MAS e del Gruppo Gamma.Tutti i cinturini erano in pelle fustellata e di lunghe dimensioni per essere indossati sopra la muta, con una fibbia ad artiglione opportunamente dimensionata. I Radiomir furono utilizzati anche dagli incursori subacquei tedeschi, i Kampfschwimmer che durante la RSI vennero addestrati dai Gamma.

Nei primi anni Cinquanta il radio fu proibito perché considerato pericoloso per la salute. La Panerai lo sostituì con una miscela a base di trizio che chiamò Luminor, dando vita a una nuova iconica famiglia di segnatempo.

Clicca qui per l’articolo di approfondimento sugli eroi della Flottiglia MAS, gli Uomini Gamma.

Clicca qui per l’articolo sull’esclusivo ultimo modello Radiomir 1940 Equation of Time.