Riconoscimento importante per la pallavolista italiana: Paola Egonu sarà la portabandiera del CIO durante la cerimonia d’apertura.

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono sempre più vicine e Paola Egonu è già protagonista, in attesa di vederla in campo con l’Italia. La pallavolista azzurra infatti sarà la portabandiera olimpica del CIO il 23 luglio durante la cerimonia d’apertura su proposta del CONI. Un incarico ambizioso e reso noto proprio dal Presidente del CONI Giovanni Malagò, già in Giappone per promuovere Milano-Cortina 2026.

Tokyo2020, Egonu portabandiera del CIO durante la cerimonia di apertura: “Onorata per l’incarico”

E proprio Paola Egonu si dice entusiasta come raccontato dal sito del CONI: “Sono molto onorata per l’incarico che mi è stato dato a far parte del CIO per portare la bandiera olimpica. Mi ha fatto emozionare appena il presidente Malagò me l’ha detto, perché mi ritrovo a rappresentare gli atleti di tutto il mondo ed è una grossa responsabilità: attraverso me esprimerò e sfilerò per ogni atleta di questo pianeta“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Paola Egonu
Paola Egonu

Quando vedremo Paola Egonu in campo? Le partite dell’Italvolley femminile

In attesa di vederla sfilare venerdì 23 luglio alla cerimonia d’apertura, diamo un’occhiata al programma dell’Italvolley femminile! L’Italia di pallavolo è inserita nel girone B e scenderà in campo domenica 25 luglio nella notte italiana alle 2 contro la Corea del Sud. Un gruppo molto equilibrato considerando anche le sfide contro la Turchia alla seconda giornata martedì 27 luglio alle 9.25 italiane e contro l’Argentina dopo due giorni di nuovo alle 2 di notte.

Ma le azzurre dovranno poi sfidare le corazzate quali Cina e Stati Uniti per cui sarà essenziale vincere le prime tre gare e fare bella figura contro le due potenze mondiali. Le ultime due giornate si giocheranno infatti il 31 luglio alle ore 14.45 italiane e contro le statunitensi il 2 agosto alle 04.05

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

TAG:
Olimpiadi

ultimo aggiornamento: 20-07-2021


Toyota ma non solo: ecco perché gli sponsor ‘hanno paura’ delle Olimpiadi

Tokyo 2020, tiro con l’arco. Spigarelli: “Il caldo e l’umidità potrebbero essere un fattore positivo per noi”