Paolo Maldini, gol oltre che difesa: le cinque reti più belle del capitano rossonero

Paolo Maldini, gol e cuore: le cinque reti più belle del capitano rossonero.

chiudi

Caricamento Player...

Spesso quando si parla di Paolo Maldini si pensa solo al suo record di presenze in Serie A, alla sovrannaturale eleganza del numero 3 rossonero, alle sue chiusure difensive fatte di classe, senso della posizione e talento. Poca importanza invece viene data ai gol di Paolo Maldini, uno che il vizietto ce lo aveva e che ha messo a segno anche reti di un certo livello, da attaccante puro, da fuoriclasse.

Paolo Maldini, gol da cineteca: le cinque reti più belle del capitano rossonero

Risale alla stagione 1987/1988 uno dei più bei gol di Paolo Maldini, all’epoca appena diciannovenne. Il Milan dei grandi campioni affronta lo sfacciato Avellino tra le mura amiche dello stadio San Siro. Con il risultato già in cassaforte, fisso sul 2-0 per i rossoneri, arriva un fulmine a ciel sereno, una bordata di esterno destro dal limite dell’area del giovane talentino rossonero che si infila sotto la traversa e fissa il risultato sul 3-0.

Indimenticabile poi Milan-Napoli 3-0, con i rossoneri bravi a dare una lezione di calcio ai partenopei. Con il risultato già sull’uno a zero, arriva il colpo di testa di Maldini che, su calcio di punizione, si inserisce partendo dal limite dell’area e vola in cielo con un terzo tempo cestistico. Colpo di testa potente e preciso e pallone in fondo al sacco.

Sicuramente non bello esteticamente, ma se nella valutazione ci inseriamo l’importanza della partita, il peso del gol e la determinazione, allora non possiamo non inserire nel nostro elenco quel Milan-Inter (1-1) della stagione 1994/1995. I nerazzurri sono in vantaggio per uno a zero e si avviano ai festeggiamenti, quando a un certo punto compare in area di rigore Maldini che, colpevolmente solo, inventa una conclusione sbilenca in caduta che prende un effetto beffardo e sorprende Pagliuca regalando al Milan il pareggio.

Nella stagione infuocata 1998/1999 il Milan affronta in casa il Parma dei grandi campioni e delle ambizioni (e successi) europee. A passare in vantaggio sono proprio gli emiliani, poi raggiunti e sconfitti per 2-1. Il gol del pareggio rossonero porta la firma di Paolo Maldini che raddrizza il corso della gara con un missile terra-aria di collo destro dai venti metri che colpisce la parte interna del palo e termina in fondo al sacco.

Nella stagione 2005/2006, sotto il diluvio di Milano, i rossoneri affrontano la Reggina, squadra sulla carta semplice da battere. Solo sulla carta, perché il Milan fatica per tutta la gara e alla fine porterà a casa i tre punti grazie a un 2-1 sofferto che porta la doppia firma del capitano. Il secondo gol, quello del momentaneo 2-0, è un colpo di testa dai sedici metri circa che si infila sotto l’incrocio dei pali alla destra del portiere.