Papa Francesco: “Gesù dà a tutti noi il documento di cittadinanza”

Il pontefice durante l’omelia della messa di Natale: “Nei passi di Giuseppe e Maria si nascondono tanti passi“.

Nel pieno delle discussioni sullo ius soli, nel proseguire delle manifestazioni di spregio contro i migranti, papa Francesco dalla messa di Natale lancia un chiaro messaggio a favore della solidarietà. Queste alcune delle sue parole, riportate da Repubblica: “La fede di questa notte ci porta a riconoscere Dio presente in tutte le situazioni in cui lo crediamo assente e ci spinge a dare spazio a una nuova immaginazione sociale, a non avere paura di sperimentare nuove forme di relazione in cui nessuno debba sentire che in questa terra non ha un posto. Nei passi di Giuseppe e Maria si nascondono tanti passi. Vediamo le orme di intere famiglie che oggi si vedono obbligate a partire. Vediamo le orme di milioni di persone che non scelgono di andarsene ma che sono obbligate a separarsi dai loro cari, sono espulsi dalla loro terra“.

Papa Francesco: “Dio è presente in tutte le situazioni

Il pontefice ha quindi aggiunto: “Maria e Giuseppe, per i quali non c’era posto, sono i primi ad abbracciare Colui che viene a dare a tutti noi il documento di cittadinanza. Colui che nella sua povertà e piccolezza denuncia e manifesta che il vero potere e l’autentica libertà sono quelli che onorano e soccorrono la fragilità del più debole. Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo. Natale è tempo per trasformare la forza della paura in forza della carità, in forza per una nuova immaginazione della carità. La carità che non si abitua all’ingiustizia come fosse naturale, ma ha il coraggio, in mezzo a tensioni e conflitti, di farsi ‘casa del pane’, terra di ospitalità“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 24-12-2017

Mauro Abbate

X