Continua il viaggio di Papa Francesco nelle terre baltiche. Il Pontefice è stato ad Aglona in Lettonia dove ha presieduto la Santa Messa.

AGLONA (LETTONIA) – Dopo due giorni intensi in Lituania, il viaggio di Papa Francesco nelle terre baltiche è proseguito in Lettonia. Il Pontefice ha fatto tappa al Santuario Madre di Dio di Aglona. Nella sua omelia Bergoglio ha lanciato un chiaro avvertimento all’Unione Europea per la politica di chiusura del Gruppo di Visegrad che potrebbe essere un forte richiamo per questa nazione.

Durante la sua omelia Papa Francesco ha voluto ricordare che “quando con fede ascoltiamo il comando di accogliere e di essere accolti si può costruire unità nella diversità perché non ci fermano le differenze ma siamo capaci di guardare gli altri come figli di uno stesso padre. Dico no alle mentalità che ci fanno diffidare degli altri. Perché secondo loro avremmo più prosperità e sicurezza se fossimo soli ma i discepoli ci hanno invitato ad accogliere e a scommettere sul fratello“.

Papa Francesco Kaunas
Papa Francesco (fonte foto https://twitter.com/vaticannews_it)

Papa Francesco in Lettonia: “Sloskans un chiaro esempio di cristianesimo”

Papa Francesco ha voluto ricordare anche Monsignor Sloskans come un chiaro esempio del cristianesimo: “Lui scriveva ai suoi genitori di non lasciare che la vendetta o l’esasperazione facciano strada nel vostro cuore. Se lo permettessimo, non saremmo dei cristiani ma solamente fanatici“.

Al termine della sua visita in Lettonia il Pontefice è ritornato in Lituania dove alloggerà anche questa notte. Al risveglio ultimo giorno con il viaggio in Estonia prima di ritornare definitivamente a Roma. Una tre giorni intensa per Bergoglio che riprenderà a breve la sua attività in Italia.

Di seguito il video con la messa di Papa Francesco ad Aglona


Migranti, Aquarius verso Marsiglia. Vallat punta il dito contro l’Italia

Addio a Charles Kuen Kao, il padre della fibra ottica