Il viaggio di Papa Francesco in Africa inizia dal Mozambico. L’appello del pontefice: “No alla corruzione come prezzo per gli aiuti”.

Papa Francesco in Mozambico ha scosso gli animi parlando della lotta all’HIV ma anche dello sfruttamento dei poteri forti, delle potenze occidentali, accusate di sfruttare i paesi meno sviluppati.

udienza privata Papa Francesco
Papa Francesco

Papa Francesco in Mozambico. la prima tappa del viaggio in Africa

Nel corso del suo discorso il Papa ha voluto rivolgere un pensiero al Mozambico, dipinto come un paese bellissimo ma piegato dal male della corruzione.

“Il Mozambico possiede un territorio pieno di ricchezze naturali e culturali, ma paradossalmente con un’enorme quantità di popolazione al di sotto del livello di povertà. E a volte sembra che coloro che si avvicinano con il presunto desiderio di aiutare, abbiano altri interessi. Ed è triste quando ciò accade tra fratelli della stessa terra, che si lasciano corrompere; è molto pericoloso accettare che questo sia il prezzo che dobbiamo pagare per gli aiuti esterni”.

Il tema dell’Aids

Il pontefice ha voluto incontrare e continuerà a parlare anche con i tanti operatori che lottano quotidianamente contro l’AIDS in Africa. Si tratta di una decisione simbolica e delicata alla luce della posizione della Chiesa su un tema difficile da affrontare a da risolvere appellandosi esclusivamente ai dogmi e alla dottrina.

Papa Francesco
Papa Francesco

Il viaggio del Papa in Africa

Il viaggio di Papa Francesco in Africa è iniziato proprio dal Mozambico, prima tappa della sua lunga e impegnativa visita nel corso del quale raggiungerà anche il Madagascar e le Mauricius.

Come dichiarato dallo stesso Bergoglio, si tratta di un viaggio sulle orme di Giovanni Paolo II per riconciliarsi con il creato e incontrare gli ultimi, tanto cari al Papa polacco così come a Papa Francesco.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
cronaca evidenza papa francesco viaggio del Papa in Africa

ultimo aggiornamento: 06-09-2019


Saviano ospite del Festival di Venezia: “La cocaina va legalizzata”

Due carabinieri senza armi, il giallo del tesserino e il luogo dell’appuntamento: la morte di Cerciello Rega si tinge di giallo