Papa Francesco in difesa dei migranti: “Loro sono vittime dell’ingiustizia di chi li respinge. Siamo tutti responsabili del prossimo”.

ROMA – Giornata dedicata ai migranti per Papa Francesco. Il Pontefice ha incontrati i profughi arrivati da Lesbo lanciando un chiaro messaggio alla politica e non solo: “E’ l’ingiustizia che costringe molte persone a lasciare le loro terre, che li obbliga ad attraversare deserti e a subire abusi e torture nei campi di detenzione e che li respinge e che li fa morire in mare“.

Bergoglio – come precisato da Repubblica – ha invitato tutti i governi a “mettere da parte gli interessi economici. Al centro ci deve essere la persona, ogni persona, la cui vita e dignità sono preziose agli occhi di Dio. Bisogna soccorrere e salvare, perché siamo tutti responsabili della vita del nostro prossimo, e il Signore ce ne chiederà conto nel momento del giudizio“.

Papa Francesco: “Bloccare le navi non è la soluzione giusta”

Papa Francesco ha inoltre precisato che “bloccare le navi non è la soluzione giusta per risolvere il problema. Bisogna impegnarsi seriamente a svuotare i campi di detenzione in Libia, valutando e attuando tutte le soluzioni possibili. Bisogna denunciare e perseguire i trafficanti che sfruttano e maltrattano i migranti, senza timore di rivelare connivente e complicità con le istituzioni“.

udienza privata Papa Francesco
Papa Francesco

“La nostra ignavia è peccato”

In conclusione del suo discorso Bergoglio ha ricordato: “La nostra ignavia è peccato. Come non possiamo ascoltare il grido disperato di nostri fratelli e sorelle che preferiscono affrontare il mare in tempesta piuttosto che morire in silenzio nei campi di detenzione libici? Come possiamo ‘passare oltre’, come il sacerdote e il levita della parabola del Buon Samaritano, facendoci così responsabili della loro morte?“.

Ora – ha detto il Papa – guardando questo giubbotto e la Croce, ognuno in silenzio preghi“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza migranti papa francesco

ultimo aggiornamento: 19-12-2019


Plan de Corones, incidente sugli sci: morto 47enne

Lapo Elkann in coma dopo un incidente d’auto, ora sta meglio: “Voglio ringraziare Dio e i medici”