L’omelia di Natale di Papa Francesco: “Dio non ricerca forza e potere, domanda tenerezza e piccolezza interiore”.

“Oggi tutto si ribalta. Dio non ricerca forza e potere, domanda tenerezza e piccolezza interiore. Dio non cavalca la grandezza, ma si cala nella piccolezza. La piccolezza è la via che ha scelto per raggiungerci, per toccarci il cuore, per salvarci e riportarci a quello che conta“, sono le parole pronunciate da Papa Francesco nel corso dell’omelia della Messa della notte di Natale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Papa Francesco, l’omelia della notte di Natale 2021: “Dio si rivela ma gli uomini non lo capiscono”

Papa Francesco ha parlato del mistero del Natale e dell’importanza della piccolezza, che è la vera grandezza dell’uomo.

“Dio si rivela, ma gli uomini non lo capiscono […]. Gesù nasce per servire e noi passiamo gli anni a inseguire il successo. Lui si fa piccolo agli occhi del mondo e noi continuiamo a ricercare la grandezza secondo il mondo, magari persino in nome suo. Dio si abbassa e noi vogliamo salire sul piedistallo. L’Altissimo indica l’umiltà e noi pretendiamo di apparire. Dio va in cerca dei pastori, degli invisibili; noi cerchiamo visibilità”.

Papa Francesco
Papa Francesco

L’appello del Pontefice: “Basta morti sul lavoro”

Nel corso della sua omelia il Papa ha ricordato i lavoratori e le vittime sul lavoro: “Dio stanotte viene a colmare di dignità la durezza del lavoro. Ci ricorda quanto è importante dare dignità all’uomo con il lavoro, ma anche dare dignità al lavoro dell’uomo, perché l’uomo è signore e non schiavo del lavoro. Nel giorno della Vita ripetiamo: basta morti sul lavoro! E impegniamoci per questo“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-12-2021


Covid, lo studio dell’Imperial College sulla variante Omicron

Donna trovata morta in casa a Viterbo