Parma, esonerato Roberto D’Aversa. Per la sostituzione il favorito è Fabio Liverani.

PARMA – Roberto D’Aversa esonerato dal Parma. La società emiliana ha comunicato la decisione di sollevare dall’incarico il proprio tecnico per “mancanza di coesione e di entusiasmo“. Una rottura arrivata dopo il litigio avuto con il nuovo direttore sportivo Carli sul mercato.

Per la sostituzione il favorito sembra essere Fabio Liverani con l’annuncio atteso nel giro di poche ore.

Il comunicato del Parma

Di seguito il comunicato del Parma che annuncia l’esonero di Roberto D’Aversa a meno di un mese dall’inizio del campionato.

Il Parma Calcio 1913 comunica di aver sollevato Roberto D’Aversa dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. Nelle ultime settimane sono infatti venute meno quella coesione, unità di intenti, sintonia ed entusiasmo reciproco alla base dei successi raggiunti insieme negli ultimi quattro anni. Nulla potrà comunque cancellare i traguardi indelebili scolpiti nella storia del club anche grazie al fondamentale contributo del mister e del suo staff. A lui va il ringraziamento della società per quanto realizzato in questi anni e un in boa al lupo per il proseguimento della carriera“.

Serie A
Serie A

Il saluto di D’Aversa

Anche D’Aversa con una lettera, riportata da tuttomercatoweb.com, ha voluto salutare il club giallo-blu: “E’ stato un piacere condividere questo percorso con i calciatori, ognuno mi ha dato tantissimo. Io sono un allenatore esigente, pretendo molto da me stesso e da chi mi sta accanto […]“.

Impossibile dimenticare gli splendidi tifosi del Parma – ha continuato l’ex tecnico – ai quali va il mio più grande ringraziamento […]. Non è mai manato il loro supporto. A chi ci ha applaudito, sostenuto, fischiato e criticato, soprattutto a questi ultimi, va il mio grazie. Senza la loro spinta, il loro stimolo a fare meglio, saremmo andati poco lontano“.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 23-08-2020


Conte-Inter, martedì il giorno della verità

Champions League, il gol dell’ex condanna il PSG, Coman regala la coppa al Bayern. Scontri e arresti a Parigi