Il presidente Draghi ha commentato le immagini provenienti da Bucha, legate al massacro degli ucraini da parte dei russi.

Le immagini dei cadaveri nelle strade di Bucha hanno scosso le coscienze di tutti, nella giornata odierna. Una carneficina spinta da motivi economici e politici. È una situazione difficilissima da gestire per i leader politici di tutto il mondo, specialmente europei. Si vuole evitare una terza guerra mondiale, ma al contempo si vuole far pagare a Putin le terribili azioni commesse dal suo esercito. Anche il premier Draghi si è espresso in merito alle terribili immagini di Bucha, descrivendo le atrocità russe come “spaventose e insopportabili”.

Le immagini dei crimini commessi a Bucha e nelle altre aree liberate dall’esercito ucraino lasciano attoniti. La crudeltà dei massacri di civili inermi è spaventosa e insopportabile. Le autorità russe devono cessare subito le ostilità, interrompere le violenze contro i civili, e dovranno rendere conto di quanto accaduto. L’Italia condanna con fermezza questi orrori, e esprime piena vicinanza e solidarietà all’Ucraina e ai suoi cittadini. Questa la ferma condanna di Mario Draghi a Vladimir Putin.

Mario Draghi
Mario Draghi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Non solo Draghi: le reazioni della politica italiana al massacro

Non è solamente Mario Draghi ad essersi espresso in merito alla tragedia di Bucha. Anche il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, ha detto la sua in merito al terribile avvenimento. Quante Bucha devono esserci prima di passare a un embargo completo su petrolio e gas dalla Russia? Il tempo è finito. Noi stiamo col popolo ucraino. Noi stiamo contro la barbarie della guerra di Putin”.

Anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha espresso la sua opinione sul terribile episodio. “Da Bucha immagini agghiaccianti. Corpi di civili ucraini a terra, uccisi, con le mani legate. Crudeltà, morte, orrore. Accertare il prima possibile l’esistenza di crimini di guerra. Queste atrocità non possono restare impunite. Con il popolo ucraino, la guerra russa va fermata.

Il commento di Giuseppe Conte, presidente del Movimento 5 Stelle, si aggiunge alle condanne degli altri politici italiani in merito agli avvenimenti scioccanti di Bucha. “L’orrore delle immagini che giungono da Bucha ricordano i tempi più cupi della nostra storia. Non dobbiamo rassegnarci all’ineluttabilità della guerra, non possiamo accettare questa carneficina. Non dobbiamo tacere di fronte a queste violenze.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-04-2022


Patuanelli: “No al gas russo dopo Bucha, ma la scelta è europea”

Conte sta diventando un ostacolo per Letta