Parte la Buona Scuola. I dati diffusi dal Ministro Giannini

Il ministro Giannini: «Assunti 38mila insegnanti». Le dichiarazioni durante la conferenza stampa per illustrare le linee guida del piano Buona Scuola del Governo

chiudi

Caricamento Player...

Dati, numeri e percentuali. Sono quelli che snocciola il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, che dichiara durante la conferenza stampa di oggi, mercoledì 3 settembre: «Ad oggi questo Ministero e questo Governo hanno assunto 38mila insegnanti in tutta Italia, 29mila hanno avuto il contratto firmato ad agosto, 9mila hanno avuto la proposta questa notte che si concluderà con la loro volontaria accettazione entro l’11 di settembre. Sono 10mila insegnanti in più rispetto all’anno scorso, un po più del 30%».

Gli alunni, quindi, non sono ancora tornati sui banchi, ma la Buona Scuola è già partita. «Il tasso di mobilità è quello fisiologico: dei 38mila si muoveranno 7mila insegnanti. L’anno scorso sono stati 7.700 a muoversi dalle loro sedi per una supplenza, quest’anno quelli che lo vorranno potranno farlo per un posto a tempo indeterminato, di ruolo nella scuola pubblica» ha poi spiegato il Ministro.

«A questo importante nuovo gruppo di insegnanti di cui la scuola italiana ha bisogno, si aggiungeranno i 55mila che costituiscono il potenziamento dell’organico della scuola ed entreranno in classe entro il 15 di novembre, ma saranno già assunti con la scadenza giuridica di quest’anno scolastico», ha aggiunto il ministro Giannini. Nella scuola italiana «ci sarà un potenziamento di competenze nell’educazione musicale, artistica, economica e finanziaria, nelle lingue straniere, nelle materie scientifiche, settore debole nel nostro sistema scolastico, a giudicare dai dati Invalsi e Ocse. Da quest’anno un effettivo cambiamento delle prospettive di competenze dei nostri studenti».

Durante la conferenza il Ministro ha poi parlato di un’altra novità in arrivo: «L’assegnazione del fondo di funzionamento alle scuole è raddoppiato rispetto allo scorso anno: passa da 110 milioni nel 2014-15 a 233 milioni nel 2015-16. Soprattuto viene assegnato alle scuole per la prima volta la settimana prossima, quando nel passato veniva assegnato tra dicembre e gennaio».