Volkswagen non sembra intenzionata a fermarsi: la casa automobilistica tedesca, infatti, propone nuove modelli puntando sull’elettrico e l’ibrido, nonché il restyling di alcuni classici del passato evergreen che, in ogni caso, non perdono appeal nemmeno nel mercato dell’usato Volksvagen.

In primo luogo, l’immissione sul mercato di modelli della categoria ID puntano tutti sulle zero emissioni: sebbene siano loro gli elementi di punta della nuova campagna Volkswagen, non sono i soli, poiché ad attirare l’attenzione sono anche le nuove varianti di Golf (in un’inedita versione station wagon) e Polo (oggetto di un autentico restyling).

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

volkswagen novita restyling 2021

Volkswagen Golf Variant

Iniziando proprio dalla variante della Volkswagen Golf, uno dei modelli più classici della casa, questa si presenta come il classico modello per tutta la famiglia, ma in versione station wagon (dunque senza il tetto che scende direttamente verso il lunotto).

Lunga 35 centimetri in più rispetto alla due volumi classica, la Volkswagen Golf Variant è lunga 4,63 metri, che conferiscono all’abitacolo una capienza massima di 611 litri. Questi possono quasi triplicare (arrivando a 1642 litri) se si abbassano gli schienali della seconda fila di sedili: ideale dunque per chi cerca spazio extra per i propri bagagli.

Lo stile dell’abitacolo è ripreso dalla variante a cinque porte: dunque, doppio monitor per controllo della strumentazione digitale e dell’infotainment; tecnologia di assistenza alla guida di Livello 2; anche la gamma motori è ripresa dal modello a due volumi. Per quanto riguarda l’alimentazione, essa è a benzina, mild hybrid e diesel, per una potenza di 115 e 150 CV.

Volkswagen Golf Variant R

La Volkswagen Golf Variant R, invece, spicca per potenza (vantando ben 320 CV). Ha dalla sua, inoltre, un sistema di trazione integrale e Drift Mode, ideale per muoversi anche sull’asfalto. Si tratta dell’autentico fiore all’occhiello della casa automobilistica tedesca, dalle linee allo stesso tempo sportive ed eleganti.

L’assetto ribassato e l’aerodinamica modificata completano il quadro della linea, insieme al volante sportivo e a un motore 2.0 TSI (turbo benzina), che permette di raggiungere i 250 km/h (270 km/h se si utilizza lo speciale pacchetto R-performance) e di passare da 0 a 100 km/h in appena 4,7”.

Volkswagen Golf Alltrack

Per chi desidera un’auto attrezzata anche per qualche escursione lontana dall’asfalto, ben si presta la Volkswagen Golf Variant Alltrack: look da crossover, più spazio come per la variant tradizionale, assetto rialzato e protezioni di plastica su paraurti e passaruote e parte inferiore del paraurti.

Le caratteristiche tecnologiche e meccaniche sono interamente quelle di una Volkswagen Golf classica station; tuttavia, ha un solo motore disponibile: il 2.0 TDI (diesel) abbinato al cambio automatico DSG doppia frizione a 7 rapporti e la trazione integrale 4 motion.

Volkswagen Polo Restyling

È giunta ormai l’ora del restyling di metà carriera dell’attuale generazione (la sesta) di Volkswagen Polo, essendo questa sul mercato da tre anni. In primo luogo, la casa ha lavorato sull’estetica, ispirandosi prevalentemente ai modelli Golf e Tiguan per il frontale (nuovi paraurti con prese d’aria maggiorate) e il comparto luci (con nuovi gruppi ottici che si estendono in larghezza all’anteriore, e più ispirato alla Golf e alla ID.3 nel posteriore).

Per quel che riguarda l’abitacolo, invece, è stato adottato il nuovo sistema di infotainment MIB3 di Volkswagen: dunque, mentre l’apparato digitale viene rinnovato, la disposizione degli elementi resta sostanzialmente la stessa. Infine, spicca il Travel assist potenziato fino al Livello 2. Chiudono il quadro il motore a benzina (che conferisce al veicolo potenza di 110 CV) e mild hybrid (90 CV).

Volkswagen T-Roc

È una delle Volkswagen più attese: la Volkswagen T-Roc debutta anch’essa in una versione aggiornata per il 2021. Esteticamente, il frontale del SUV avrà una linea più affilata. All’interno, invece, il sistema di infotainment sarà decisamente più evoluto.

Volkswagen Tiguan Allspace

La Volkswagen Tiguan si ripresenta oggetto di un notevole restyling nella versione Allspace., per avvicinarsi alle linee e all’estetica delle sorelle più moderne. Lunghezza 4,70 metri e 760 litri di capacità del bagagliaio, se si abbatte la terza fila di sedili.

Volkswagen ID.4

Restando in tema SUV, il Volkswagen ID.4 è il primo SUV 100% elettrico della casa automobilistica tedesca. Condivide molte specifiche della ID.3, aumentandone però le misure a una lunghezza di 4,6 metri. La batteria posteriore da 77 kwh garantisce al veicolo un’autonomia di 520 km., ma nuovi modelli garantiranno anche una batteria anteriore e un sistema a trazione integrale tali da aumentare l’autonomia del SUV.

La Volkswagen ID.4 si mostra anche nella versione coupé (ma meccanica e abitacolo restano invariati). Non si esclude dunque la possibilità di immissioni sul mercato di modelli più sportivi.

Volkswagen ID.5 Shooting Brake

Sfiora i 5 metri, ha molto spazio all’interno e linee minimal: la Volkswagen ID.5 si ispira ad alcuni modelli del 2019; totalmente elettrica, vanta 340 CV di potenza e – con un sistema a doppia batteria – 600 km di autonomia.

Volkswagen ID.6

Infine, un altro SUV elettrico: la Volkswagen ID.6 monta ruote alte su una lunghezza di 4,8 metri, massimizzando allo stesso tempo lo spazio interno. Il pacco batterie da 82 kwh garantirà al SUV elettrico autonomia per 450 km.


TIM e l’estate, tra nuove offerte, rimodulazione e TIMVISION

Come avviare un’attività di dropshipping: tutto quello che c’è da sapere