L’attore di Grey’s Anatomy è una grande appassionato di macchine da corsa: ecco quali sono tutte le auto di Patrick Dempsey che fanno parte della sua collezione!

La passione per i motori può essere una prerogativa di molte persone, ma solo pochissime di queste si possono permettere un parco auto, e ancora meno una collezione di auto a dir poco favolose. In quest’ultima categoria rientra anche l’attore di Grey’s Anatomy, La verità sul caso Harry Quebert e Diavoli Patrick Dempsey, che può vantare una collezione veramente impressionante di auto da corsa. In verità Dempsey è anche un pilota affermato, che ha partecipato alla famigerata gara 24 Ore di Le Mans, e che ha dichiarato più volte di volerla vincere. Inoltre, l’attore ha anche fondato la sua scuderia, la Dempsey Racing, ed è ambassador del marchio Porsche (i cui veicoli sono i preferiti. Ma ecco quali sono le auto da corsa che fanno parte della sua collezione personale!

Le macchine di Patrick Dempsey: supercar e stradali

Come detto le auto di Patrick Dempsey, a cui è più legato, sono senza dubbio quelle da corsa. Ma allo stesso modo, nel suo garage, ci sono delle macchine stradali veramente eccezionali che fanno parte della sua collezione. Ecco quali sono!

Jaguar E-Type

Jaguar E-Type
Jaguar E-Type

Mercedes SLS AMG

Porsche 356 A

Porsche 365 Speedster

Porsche 550 Spyder

Porsche 911 Carrera RS 2.7

Porsche Panamera

Porsche 911 Targa 4S

Lotus Exige S

Ferrari 365 GTB/4 Daytona

Come detto, le Porsche per Patrick Dempsey sono una vera passione, tanto che è diventato ambassador del marchio. Inoltre, nel 2009 quando prese parte per la prima volta alla 24 Ore di Le Mans era alla guida di una Porsche (nella classe GT2), e anche nel 2015, quando si classificò secondo nella classe GTE Am, guidava una Porsche 911 RSR.

La carriera nel motorsport di Patrick Dempsey

Appassionatissimo di motori da sempre, Patrick Dempsey ha dichiarato che “correre mi riporta alla mia infanzia quando mio padre, appassionato di automobili come me, tornava a casa ogni venerdì sera un nuovo modellino per la mia collezione“. Questa passione lo ha anche portato a riconsiderare la sua occupazione primaria, ovvero quella dell’attore (la sua carriera è iniziata alla metà degli anni ’80), proprio per dar sfogo alla sua voglia di correre.

Patrick Dempsey
Patrick Dempsey

Mi piacerebbe fare del motorsport la mia priorità assoluta e concentrarmici a tempo pieno se solo potessi lasciare la carriera di attore, penso che lo farei con estrema facilità e mi concentrerei semplicemente su quella di pilota. Mi piacerebbe più di qualunque altra cosa”, aveva dichiarato in un’intervista.

Le sue prime esperienze in gare agonistiche e ad alti livelli sono datate 2004, quando l’attore aveva 38 anni. Da quel momento divenne un assiduo frequentatore di autodromi, sempre al volante di auto Gran Turismo, quindi da corsa. Patrick Dempsey a Le Mans partecipò per la prima volta nel 2009, come già detto al volante di una Porsche. La seconda volta fu nel 2013, quando a bordo di una Porsche 911 GT3 migliorò il proprio risultato. In questo periodo aveva già fondato la propria scuderia, che porta il suo nome e anche quello di Alessandro Del Piero, ex capitano della Juventus e suo grande amico.

La prima gara che ha vinto portando i colori e il marchio della propria scuderia è del 2015, quando vinse la 6 ore di Fuji. Nello stesso anno partecipò per la terza volta alla 24 Ore di Le Mans e riuscì ad arrivare secondo nella categoria GTE Am. Sempre alla ricerca di un miglioramento, è nel 2018 che riesce a trionfare in questa gara, sempre nella stessa categoria, segno di un’incredibile passione, che lo ha portato anche ad accantonare la carriera di attore (infatti nel 2015 decise di abbandonare la serie che lo ha reso famoso, Grey’s Anatomy).


Cyber attacco a oleodotto Usa, Biden: “Carburante comincia a fluire”. Bloomberg: pagato il riscatto

Gli atleti più pagati al mondo nel 2020