Pd, Renzi invoca l'unità. Franceschini risponde: "Allora voti fiducia a Martina"

Pd, Franceschini provoca Renzi: “Voti fiducia a Martina”

Alla vigilia della direzione del Pd, le fronde interne al partito continuano la propria guerra fredda. E spunta un sito con i deputati pro-M5s.

In un clima già turbolento, dopo l’intervista di domenica scorsa di Matteo Renzi a ‘Che tempo che fa’, quest’oggi a scuotere il Pd è stata l’apparizione di un sito, senzadime.it, nel quale erano elencati i nomi degli esponenti del partito favorevoli a una trattativa con il M5s.

Un’iniziativa che ha scatenato l’ira dei dem non renziani, come riferito da Repubblica, ma anche di alcuni renziani che vedono in questa mossa un ennesimo autogol della propria fazione.

E intanto, alla vigilia della direzione del Pd più attesa degli ultimi anni, l’ex segretario, Matteo Renzi, prova a riportare la serenità, invocando l’unità del partito.

Pd, Franceschini provoca Renzi

Rispondendo indirettamente alla chiamata dell’ex premier, Dario Franceschini ha provocato: “Anch’io, come Renzi, spero nell’unità del partito domani in direzione. L’unità si può costruire facilmente, anche passando dalla chiarezza di un confronto politico, ma partendo da un voto esplicito di fiducia della Direzione al segretario reggente. E sono certo che Renzi, che ha a cuore come tutti noi l’unità del Pd, sarà il primo a votare la fiducia al suo ex vicesegretario“.

Il documento di Guerini

Oltre al sito incriminato, ha causato discussioni il documento a prima firma Guerini, di fatto facendo passare totalmente in secondo piano l’ordine del giorno per il quale la Direzione era stata convocata. Nel documento sarebbero stati messi in evidenza questi tre punti: niente ‘conte interne’; lo stallo politico è frutto dell’irresponsabilità dei cosiddetti partiti vincitori alle elezioni; sì al confronto con gli altri partiti, ma nessuna fiducia a governi presieduti da Salvini o Di Maio. Le firme raccolte sul documento finora sarebbero quelle di 77 deputati su 105 e di 39 senatori su 52.

MATTEO RENZI amministrative
MATTEO RENZI

ultimo aggiornamento: 02-05-2018

X