Pedofilia nella Chiesa, a processo l'arcivescovo di Santiago Ricardo Ezzati

Cile, l’arcivescovo di Santiago a processo per occultamento di tre abusi. Papa Francesco accetta le dimissioni

Pedofilia nella Chiesa, va a processo Ricardo Ezzati, arcivescovo di Santiago (Cile). Avrebbe coperto tre casi di abusi avvenuti nella sua diocesi.

Continua lo scandalo pedofilia nella Chiesa. Questa volta la giustizia ha chiamato a rendere conto delle sue azioni Ricardo Ezzati, arcivescovo di Santiago. Stando alle accuse, il religioso avrebbe coperto tre casi di abusi.

Pedofilia nella Chiesa, il cardinal Ezzati a processo per aver coperto tre casi di abusi

La Corte di Appello ha optato per il processo nei confronti di Ezzati, che sarà giudicato per tre casi di occultamento in cui non avrebbe denunciato episodi di abusi avvenuti all’interno della sua diocesi.Respinta dunque la richiesta dell’avvocato dell’uomo che aveva chiesto di non procedere e l’archiviazione del fascicolo.

L’implicazione di Ezzati sarebbe venuta alla luce dopo il blitz delle autorità nell’Arcivescovado di Santiago. Dall’analisi dei documenti sarebbero emersi tre casi di abusi sessuali su giovani che sarebbero stati coperti dall’arcivescovo di Santiago.

I casi in questione sono quelli di Oscar Muñoz, autodenunciatosi per abusi su minori, Jorge Laplagne e padre Tito Rivera, accusato da un cinquantenne il quale ha riferito di essere stato drogato e poi abusato nella cattedrale.

Papa Francesco ha accettato le dimissioni dell’arcivescovo. Al suo posto Celestino Aos Braco

Alla notizia del rinvio al giustizio, Ricardo Ezzati, arcivescovo di Santiago (Cile), ha presentato la sua lettera di dimissioni, accolta da Papa Francesco. Il pontefice ha nominato al suo posto Celestino Aos Braco.

La decisione finale del pontefice è arrivata a poche ore dalla decisione della Corte d’Appello di Santiago che ha respinto la richiesta di archiviazione da parte del legale del cardinale.

ultimo aggiornamento: 23-03-2019

X