Pedone travolto e ucciso alle porte di Torino: fermato il pirata della strada

35enne travolto e ucciso nel Torinese, fermato il pirata della strada

Un pedone di 35 anni è stato travolto e ucciso alle porte di Torino. E’ caccia al pirata della strada. Posti di blocco in tutta la provincia.

TORINO – Un pedone di 35 anni è stato travolto e ucciso alle porte di Torino nella notte tra il 18 e il 19 gennaio 2020. L’investimento, secondo le prime informazioni, è avvenuto nella periferia del capoluogo torinese tra Stupinigi e Orbassano.

La chiamata è arrivata da un passante ma il personale del 118 non ha potuto fare altro che constatare la morte del giovane di origine kosovare. Il magistrato potrebbe autorizzare l’autopsia sul corpo della vittima per cercare di accertare le cause della morte.

La Procura di Torino ha aperto un fascicolo

E’ stato aperto un fascicolo dalla Procura di Torino. I carabinieri hanno messo posti di blocco in tutta la provincia per cercare di individuare il pirata della strada. Non è chiaro se la fuga dell’investitore è stata volontaria oppure non si è accorto di quanto accaduto. Al vaglio degli inquirenti i video delle telecamere della zona per cercare di avere informazioni sull’auto che è stata protagonista di questo ennesimo incidente sulle strade italiane.

Pedone travolto a Torino, fermato il pirata della strada

Nella giornata del 22 gennaio i Carabinieri hanno fermato il pirata della strada che ha investito il trentacinquenne prima di darsi alla fuga. Il soggetto avrebbe dichiarato ai militari di essersi allontanato in preda al panico.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Secondo incidente in poche settimane in questa zona

Si tratta del secondo incidente in poche settimane in questo territorio. Il primo episodio è avvenuto sul finire del 2019 quando un’auto ha investito un pedone. In quel caso, però, il conducente si era fermato per prestare soccorso senza riuscire a individuare il corpo senza vita della vittima.

Le ricerche si sono concluse solo il giorno dopo con l’uomo che era finito in un fossato. “E’ una strada tristemente nota per gli incidenti – ha commentato il sindaco di Nichelino – bisogna assolutamente agire per cercare di azzerare i morti“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it

ultimo aggiornamento: 22-01-2020

X