La polizia di Genova ha fermato un 22enne per detenzione di materiale pedopornografico. Migliaia di video e foto ritraenti bambini e neonati.

GENOVA – La Polizia Postale del capoluogo ligure e del Centro Nazionale di contrasto alla pedopornografia online CNCPO ha arrestato 22enne per la detenzione di ingente quantità di video e foto ritraenti bambini dai 0 ai 14 anni.

Pedopornografia, 22enne in manette

Gli investigatori hanno trovato e posto sotto sequestro oltre 10mila video pedopornografici nel corso della perquisizione locale ed informatica. L’arrestato aveva catalogato per età e per prestazione sessuale che riguardava anche infanti e neonati. L’arrestato attraverso il web li distribuiva ad una rete di pedofili mondiale. Il giovane aveva addirittura acquistato in abbonamento uno spazio virtuale di archiviazione per conservare e distribuire i tantissimi video che si procurava attraverso svariate applicazioni di messaggistica istantanea.

https://www.youtube.com/watch?v=Y22ojqpjJ4g&ab_channel=CampobelloNewsLaVoceCritica

Il precedente a Genova

Poco meno di due settimane fa, sempre a Genova, la polizia aveva arrestato un 52enne disoccupato per detenzione di ingente quantità di materiale prodotto attraverso lo sfruttamento sessuale di bambini anche in tenera età.
Il soggetto, già condannato in passato per violenza sessuale su minore, risultava iscritto all’Anagrafe degli italiani all’estero perché residente a York nel Regno Unito, anche se di fatto era stato espulso da quel paese nel 2016, dopo aver scontato tre mesi di carcere per detenzione di video e immagini pedopornografiche. L’uomo, dopo aver fornito false dichiarazioni alla frontiera, non si era mai registrato in Italia ed era tornato a vivere nella città ligure.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca genova pedopornografia polizia

ultimo aggiornamento: 12-11-2020


Peculato, condannato a un anno e dieci mesi l’ex pm Ingroia

Migranti, nuovo naufragio nel Mediterraneo: 6 vittime, bimbo di sei mesi morto aspettando i soccorsi