Pensione anticipata: chi è escluso e per quali motivi

Condizioni e restrizioni per il pensionamento anticipato

chiudi

Caricamento Player...

Lo Stato ha introdotto dal 2017 alla fine del 2018 la pensione anticipata: chi è escluso e chi può beneficiarne?

Cos’è e a quanto ammonta l’APe?

L’APe è una misura eccezionale prevista dal governo per gli anni 2017 e 2018 e destinata ai lavoratori che abbiano compiuto 63 anni e abbiano perso il lavoro o abbiano interrotto l’attività lavorativa che svolgevano in proprio.

L’APe, ovvero l’Anticipo Pensionistico, può essere concesso dall’INPS o dagli Istituti di Credito. Nello specifico possono beneficiarne i lavoratori iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria dei lavoratori dipendenti o alle sue forme sostitutive ed esclusive, alle Gestioni Speciali dei lavoratori autonomi oppure alla Gestione Separata.

L’APe verrà erogato mensilmente agli aventi diritto e sarà pari alla pensione che i richiedenti riceveranno nel momento in cui raggiungeranno l’età del pensionamento. Quale sia l’ammontare della pensione a cui il lavoratore avrà diritto, l’anticipo pensionistico non potrà mai superare i 1.500 Euro mensili. 

Nel momento in cui il lavoratore avrà raggiunto l’età prevista per la pensione, l’erogazione dell’APe sarà sospesa.

Pensione anticipata: chi è escluso?

Sono esclusi dall’erogazione della pensione anticipata i lavoratori che non abbiano svolto lavori usuranti o sottoposti a rigida alternanza turnistica.

La pensione anticipata è infatti una misura straordinaria introdotta per venire incontro a chi si è sottoposto a un certo tipo di stress per lunghi periodi della propria vita lavorativa.

Sono esclusi dal pensionamento anticipato i lavoratori che, pur rientrando nelle categorie sopra elencate abbiano svolto questi lavori per un periodo inferiore ai 6 anni. Se l’attività in questione fosse stata sospesa per un massimo di 12 mesi e poi ripresa, gli anni di attività prima e dopo l’interruzione si cumulerebbero come se l’interruzione non fosse avvenuta.

Sono esclusi dalla pensione anticipata anche coloro che percepiscono pensioni di altro tipo sostegni al reddito come quello di disoccupazione.

Non hanno diritto all’erogazione dell’APe i lavoratori italiani residenti all’estero.

Non hanno diritto all’APe i lavoratori affetti da invalidità inferiore al 74%.
certificato_unicasim