State pensando di richiedere una pensione integrativa e non sapete come è possibile calcolarla? Ecco una pratica guida su come fare…

Se pensate che la vostra pensione INPS potrebbe non soddisfare le vostre aspettative forse è il caso di valutare la possibilità di cominciare a mettere un pò di soldi da parte sottoscrivendo una pensione integrativa o complementare. C’è chi preferisce mettere un po’ di soldi da parte sul conto corrente, chi preferisce il metodo classico del materasso e chi invece preferisce farlo tramite uno dei moderni sistemi finanziari in circolazione.

Pensione integrativa

Sicuramente la prima cosa da fare è avere un’idea generale di quanto risparmiare mensilmente per assicurarsi una pensione complementare alla classica. Per poterlo farlo è necessario valutare gli investimenti da affrontare e la durata nel tempo. Per calcolare con precisione quanto dovrete mettere da parte per avere la pensione integrativa dei vostri sogni dovete valutare una serie di fattori e circostanze.

Come calcolare

  • il rendimento annuo del vostro investimento: al di là della vostra scelta, fondo pensione o piano di accumulo o investimento di denaro, è importante stimare il tasso di rendimento annuale derivante dai vostri investimenti. Si tratta di un’operazione non facile. In generale è consigliabile agire con attenzione;
  • gli anni di versamento: importante valutare gli anni che vi separano dalla pensione o quantomeno considerare il numero di anni utili per mettere da parte una certa somma di denaro per la vostra pensione;
  • previsione degli anni per godere la rendita: semplicemente si stratta di calcolare gli anni che considerate utili per godere della rendita alternativa alla pensione garantita dallo Stato italiano.

Una volta considerati tutti questi valori vi troverete una casella “accantonamento annuo necessario” che vi indicherà la somma di denaro precisa da risparmiare ogni singolo anno. Non solo vi verrà indicato anche il numero di anni che dovrete risparmiare e il tasso di rendimento utile per assicurarvi la pensione integrativa desiderata.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 06-02-2017


Pensione integrativa: deducibilità ai fini Irpef

Pensione integrativa: conviene o non conviene?