Permanent portfolio: cosa significa e quali sono?

Permanent portfolio, tutto quello che c’è da sapere sul questa asset allocation di lungo periodo: come funziona e quali sono?

chiudi

Caricamento Player...

Cosa è il permanent portfolio? Scopriamo insieme con questa pratica guida a cosa si riferisce questa teoria elaborata nei primi anni ’80.

Permanent portfolio

Permanent portfolio, tradotto significa “portafoglio permanente“, è una teoria economica relativa al mercato libero degli investimenti elaborata da Harry Browne. L’analista e scrittore statunitense costruì quello divenuto poi famoso in tutto il mondo come la teoria della costruzione del portafoglio permanente. Partendo da una variazione di indicizzazione efficiente del mercato, Harry Browne aveva ipotizzato l’esistenza di un portafoglio diviso in maniera eguale tra azioni di crescita, metalli preziosi e obbligazioni. Il segreto di questa teoria sta nel mix di azioni e risorse presenti nel portafoglio, tali da garantire un reddito in qualsiasi condizione economica. Harry Browne in seguito ha creato anche il fondo Permanente di Portafoglio. Ecco come l’ha suddiviso: 35% titoli di stato, 20% di titoli d’oro, 15% di titoli di crescita, 15% proprietà immobiliari e naturali, 15% di riserve di titoli,  10% di obbligazioni e 5% di argento.

Fondo permanente di portafoglio

Il fondo permanente di portafoglio di Harry Browne in un periodo di 25 anni ha registrato una media annua del 6,38% segnando in perdita solo in tre occasioni. Si tratta di un’asset allocation sul lungo periodo, ossia un processo importante per distribuire tutte le risorse disponibili. Importante: la suddivisione delle risorse tra investimenti sia nel settore finanziario (azioni, obbligazioni, liquidità) che in ambito di attività reali (immobili, merci, metalli preziosi). L’asset allocation gioca un ruolo importante nella gestione ottimale del portafoglio in modo da equilibrare il rendimento e il rischio legato alle attività ed esigenze/aspettative dell’investitore. Il Permanent Portfolio PRPFX è sicuramente uno dei fondi più sicuri visto che consente di proteggere l’investitore anche in caso di perdita di potere d’acquisto del dollaro. Un altro fondo è il Vanguard Wellesley Income VWINX che presenta bassi costi di gestione annua e un investimento iniziale di circa 3000 dollari.certificato_unicasim