L’operatore polacco Pern ha rilevato una perdita nell’oleodotto che trasporta il petrolio russo in Europa. Le cause sono ancora sconosciute.

Rilevata una perdita nell’oleodotto che trasporta il petrolio russo in Europa. A riferirlo l’operatore polacco Pern, dopo aver rilevato la perdita in una linea dell’oleodotto Druzhba, che trasporta petrolio dalla Russia all’Europa.

PCK Raffinerie GmbH è il proprietario e gestore della raffineria. Rosneft Deutschland, una controllata della russa Rosneft, detiene una partecipazione del 54,17% in PCK Raffinerie. La notizia è giunta attraverso i media internazionali.

sestrazione petrolio

L’operatore polacco ha inoltre aggiunto che le cause della perdita non sono ancora note. La falla risiede in una sezione dell’oleodotto a circa 70 chilometri di distanza dalla città centrale polacca di Plock. Pern ha inoltre asserito che la seconda linea dell’oleodotto e gli altri componenti dell’infrastruttura funzionano normalmente.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Danneggiata la via principale per trasportare petrolio in Germania

L’operatore ha spiegato: “Questa è la via principale attraverso la quale il petrolio raggiunge la Germania. Tutti i servizi Pern (tecnici, operativi, vigili del fuoco interni e tutela ambientale) stanno intervenendo secondo gli algoritmi previsti per questo tipo di situazione”. Sono queste le asserzioni della società che gestisce l’infrastruttura. La funzione dell’oleodotto Druzhba è anche quella di rifornire la raffineria tedesca di Schwedt. Quest’ultima ha una capacità di lavorazione del greggio di circa 11,6 milioni di tonnellate all’anno.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-10-2022


Il cambiamento climatico mette a rischio l’energia

La Russia ha finito le armi