Dramma a Pescara: Jennifer Sterlecchini uccisa dall’ex che ha tentato il suicidio

Il capoluogo abruzzese scosso da quanto avvenuto nella giornata odierna: Jennifer Sterlecchini, giovane di 26 anni, è stata accoltellata a morte dall’ex Davide Troilo

chiudi

Caricamento Player...

Finisce in tragedia la fine della relazione tra due giovani di Pescara: lei, Jennifer Sterlecchini di anni 26, lui, Davide Troilo, di sei anni più grande. La coppia si era lasciata pochi giorni fa dopo una relazione durata tre anni. La giovane, oggi pomeriggio, era tornata a casa dell’ex, con l’intenzione di riprendere gli oggetti di sua proprietà. In un attimo, è scoppiata una discussione con l’uomo che ha chiuso la porta a chiave impedendo alla donna di uscire. La madre di Jennifer Sterlecchini, presente all’esterno dell’abitazione, ha sentito le urla disperate della figlia: “Mamma aiuto, mi sta ammazzando! Mamma, aiutami, mi sta ammazzando!“. La donna è svenuta, soccorsa dai passanti.

La tragedia

Nonostante alcuni vicini accorsi sul luogo, attirati dalle urla della 26enne, il dramma si è consumato in pochi istanti. I Carabinieri, giunti sul luogo del delitto, hanno trovato il corpo di Jennifer Sterlecchini senza vita: la morte della giovane è stata cagionata da alcune coltellate sferrate da Troilo. L’uomo, ferito, è stato trovato a terra accanto al corpo della vittima.

Carabinieri
Carabinieri

La versione di Troilo

Il 32enne, ricoverato in ospedale e in stato di fermo, ha raccontato la sua versione al Pubblico Ministero. Secondo Troilo, la discussione sarebbe nata perché Jennifer Sterlecchini non voleva restituirgli un tablet che l’uomo utilizzerebbe per lavoro; cosicché, egli si è rifiutato di dare indietro un pc. Da qui una colluttazione con spinte reciproche e la caduta a terra a causa del pavimento bagnato: a quel punto, la ragazza si sarebbe colpita al collo con un coltello. E lo stesso ha fatto il ragazzo. Dopo il tentato suicidio, Troilo avrebbe subito un colpo all’addome prima del fendente mortale inferto alla ex.