Affonda un peschereccio italiano a Malta: un morto

Un peschereccio italiano è affondato nella notte tra il 3 e il 4 maggio a Malta. Morto uno dei componenti dell’equipaggio.

LA VALLETTA (MALTA) – Tragedia nella notte tra il 3 e il 4 maggio a largo di Malta. Un peschereccio italiano, iscritto al compartimento marittimo di Siracusa, è affondato per motivi ancora da accertare. Secondo le prime indiscrezioni riportate dai media locali, uno dei componenti dell’equipaggio è morto in ospedale dove è stato trasportato in condizioni molto gravi.

Naufragio al largo di Malta, un morto e un disperso

L’equipaggio a bordo di questo peschereccio era formato da quattro persone. Uno dei componenti dell’imbarcazione è morto mentre altri due sono stati portati in salvo e non sembrano essere in gravi condizioni. Le ricerche di una quarta persona continuano ma al momento non si hanno notizie. Le speranze di ritrovarlo in vita sono ridotte al lumicino ma i soccorritori stanno provando almeno a recuperare il corpo della persona che si trovava a bordo del peschereccio.

Difficile capire i motivi che hanno portato a questo tragico incidente ma, secondo una prima ipotesi da parte delle autorità locali, le pessime condizioni meteorologiche potrebbero aver causato il naufragio. Qualcosa di più si saprà nelle prossime ore dopo aver effettuato tutti i rilievi del caso.

Guardia Costiera
Guardia Costiera (fonte foto https://www.facebook.com/guardiacostiera/)

Peschereccio affonda al largo di Malta, indagini in corso

Sono in corso tutti gli accertamenti del caso ma le autorità locali preferiscono mantenere il massimo riserbo sulla vicenda. Per rispetto delle famiglie coinvolte in questa tragedia non sono state comunicate – almeno per il momento – i nomi delle persone che si trovavano a bordo del peschereccio.

E’ stata autorizzata l’autopsia sul corpo della vittima per verificare le reali cause che hanno portato al decesso. La vicenda viene seguita da molto vicino anche da parte delle autorità italiane visto che l’imbarcazione era iscritta al compartimento marittimo di Siracusa.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/guardiacostiera/

ultimo aggiornamento: 04-05-2019

X