Pestano e rapinano un coetaneo e mettono il video in rete. Dopo due mesi di indagini la polizia di Udine ha fermato due minorenni.

Ancora un caso di bullismo in Italia. Questa volta i protagonisti della vicenda sono due ragazzi minorenni che hanno pestato un coetaneo e lo hanno rapinato. I due hanno pensato bene di riprendere le loro gesta e di condividerle poi su internet.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Aggressione a Lignano Sabbiadoro: pestano e rapinano un coetaneo, fermati due minorenni

L’aggressione è avvenuta nelle notte tra lo scorso 15 e 16 luglio a Lignano Sabbiadoro. I due minorenni si sarebbero avvicinati alla vittima e poi hanno iniziato a prenderlo a calci e pugni. Al termine del pestaggio, ripreso con un telefonino, i due hanno rubato cento euro dal portafogli della vittima prima di darsi alla fuga.

Il ragazzo aggredito è stato costretto a sottoporsi a intervento chirurgico per le ferite riportate alla mandibola e ha avuto una prognosi di trenta giorni.

Polizia
fonte foto https://www.facebook.com/QuesturaMI/

Aggressione a Lignano Sabbiadoro, le indagini: gli inquirenti sono partiti dal video trovato in rete

Sono durate più di due mesi le indagini della polizia che ha aperto un fascicolo sul caso dopo aver rintracciato il filmato in rete. Da lì sono partiti gli inquirenti che hanno svolto un minuzioso lavoro di ricerca e ricostruzione dei fatti per risalire alla fonte del video amatoriale.

Gli investigatori sono riusciti a risalire alla vittima del pestaggio e grazie alla sua testimonianza hanno individuato i due aggressori, ormai convinti di averla fatta franca. E invece la giustizia ha presentato il proprio conto.

fonte foto https://www.facebook.com/QuesturaMI/

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-09-2018


Lite tra vicini forse per un parcheggio: tre morti in provincia di Lecce

Lutto nel mondo del calcio, è morto l’ex arbitro Luigi Agnolin