Peugeot Fractal: concept da fantascienza

La Peugeot Fractal, che la Casa del leone si appresta a presentare allo IAA di Francoforte è una concept-car che anticipa un futuro da fantascienza: parla al guidatore e non solo.

Nel mondo tecnologico in cui siamo immersi la realtà spesso supera la fantasia. È questo il caso della Peugeot Fractal che la Casa del Leone si appresta a presentare allo IAA di Francoforte in programma dal 17 al 27 settembre.

Cosa ha la Peugeot Fractal di tanto particolare? Un incredibile impianto acustico che simula il sistema uditivo umano. Le fonti sonore vengono create virtualmente e la loro localizzazione è resa dinamica per arricchire l’informazione da trasmettere al conducente. Per esempio, se si utilizza il navigatore, la “voce” si percepisce prima in lontananza e poi, man mano che il veicolo avanza verso la meta, si avvicina all’abitacolo spostandosi sul lato della strada da imboccare. Inoltre la spazializzazione permette di associare il suono alla morfologia del veicolo da coupé a cabriolet.

L’ultra sofisticato sistema audio consente agli occupanti di vivere nuove esperienze sensoriali. Infatti, i bassi non sono diffusi per via aerea bensì per via “solida”: le onde acustiche arrivano così all’orecchio interno dell’ascoltatore attraverso il suo organismo. L’occupante del sedile beneficia dei bassi in modo più intenso ed esclusivo. L’impianto è in grado di generare armoniosi suoni anche per accompagnare il funzionamento dell’altrimenti silenziosissimo propulsore elettrico.

Si è pensato anche agli altri utenti della strada. Questi ultimi, soprattutto pedoni e ciclisti, sono informati dell’arrivo di Peugeot Fractal grazie a suoni che ne distinguono i vari stati: accelerazione, decelerazione o velocità stabilizzata. Un po’ come se la concept parlasse il linguaggio di R2-D2, il simpatico robottino di Guerre Stellari.

Il sistema è nato dalla collaborazione tra Lo StelLab2 (organismo di ricerca del Gruppo PSA) e l’artista del suono Amon Tobin. Laboratorio di idee, Peugeot Fractal esplora anche le capacità della stampa 3D per creare forme irrealizzabili con qualsiasi altra procedura. I pezzi così prodotti rappresentano più dell’80% delle superfici interne e associano uno stile nuovo all’apporto funzionale di ogni elemento. L’apertura delle porte comandata dall’orologio del conducente è solo una delle tante altre raffinatezze tecnologiche di cui fa sfoggio la Peugeot Fractal, coupé elettrico urbano che preannuncia il futuro che verrà.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

ultimo aggiornamento: 02-09-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X