Peugeot RCZ R Bimota: 200 CV/litro!

Peugeot RCZ R Bimota. I maghi della Moto di Rimini mettono le mani sulla pepata quattro ruote del Leone. Il risultato una RCZ R da 300 CV, ovvero 200 CV/litro come una moto super sportiva.

Se chiedete a un motociclista, di quelli da “ginocchio per terra”, cosa significa per lui Bimota, vi risponderà: “moto da sparo”. La Casa riminese fondata nel 1966 da Valerio Bianchi, Giuseppe Mori e Massimo Tamburi (da qui la sigla Bimota) si specializzò nella elaborazione esasperata dei modelli sportivi ad alte prestazioni del momento, realizzando vere e proprie motociclette da corsa con la targa. Questa impronta resiste tuttora nonostante l’uscita di scena da molti anni dei fondatori e i vari passaggi di proprietà.

Bimota è stata e resta sinonimo di moto super sportive ad altissime prestazioni. Molte Bimota sono tutt’ora impegnate in gara nei trofei nazionali e internazionali, mentre gli esemplari storici sono ambiti pezzi da collezione.

Con simili premesse era interessante vedere cosa i maghi della Casa riminese avrebbero saputo fare lavorando su una “quattro ruote”, in fattispecie la Peugeot RCZ R, già pepata di suo, visto che il motore 1,6 turbo eroga 270 CV. Ebbene alla Bimota non hanno deluso le aspettative: nuova mappatura della centralina, adozione di una valvola pop-off, scarico da competizione, nuovo catalizzatore sportivo, raccordi siliconici per turbo e aspirazione e filtro aria racing conico
diretto sulla turbina. Risultato i cavalli a disposizione sono diventati 304, ovvero 200 CV/litri, gli stessi di una super sportiva a due ruote.

La Peugeot RCZ R Bimota beneficia a livello di assetto, di sospensioni e di impianto frenante delle qualità e del know-how sviluppato dai tecnici Peugeot Sport per la RCZ R di serie. Baricentro ribassato di 10 mm, regolazione specifica dell’insieme ruote sospensioni, differenziale a slittamento limitato Torsen e impianto frenante potenziato con pinze freno fisse a 4 pistoncini, dischi di 380 mm di diametro e di 32 mm di spessore.

L’impronta “motociclistica” è evidente anche nell’allestimento. Spicca la livrea racing che riprende quella utilizzata dalla Casa riminese sulle moto che prendono parte al mondiale SBK. Di effetto il profilo rosso dei cerchi neri opachi. Sofisticato tocco artigianale, la livrea non è adesiva, ma è verniciata con estrema cura di ogni dettaglio.

L’abitacolo offre due posti secchi. Il divanetto posteriore, infatti, è stato sostituito da due vani per ospitare casco e tuta da moto. I sedili, dal disegno sportivo, presentano accanto al tipico monogramma “R” delle sportive del Leone, il logo Bimota. La plancia è rivestita interamente in Alcantara con impunture rosse, colore che fa da contorno anche al quadro strumenti. Ulteriore richiamo alle corse il manometro del turbo che sostituisce, sulla consolle centrale, l’orologio analogico presente sulla RCZ R.

Sotto il profilo dell’infotainment la Peugeot RCZ R Bimota offre possibilità assolutamente esclusive, come quella di permettere al passeggero di interagire, attraverso l’ampio schermo da 7 pollici del TomTom Bridge, con le due videocamere GoPro 4 inserite nel frontale e nella coda. Può così in ogni momento riprendere e registrare le immagini ma, soprattutto, condividerle istantaneamente attraverso la propria rete Social. La particolare versione del TomTom Bridge permette inoltre di scaricare numerose App per monitorare diverse funzioni del motore e della meccanica.

per sottolinearne la “proprietà intellettuale”, Bimota ha utilizzato lo stesso schema di sigla impiegato sulle moto: due lettere (l’iniziale del costruttore del prodotto di serie seguita dalla lettere B, per Bimota) e da un numero che rappresenta la progressione del modello per quel particolare costruttore. In questo caso, la sigla identificativa è PB104, dove “04” identifica l’intervento su un veicolo a quattro ruote. Per ora la Peugeot RCZ R Bimota è un esemplare unico, ma non si esclude la possibilità da parte di Bimota di poterla realizzare su commissione.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

ultimo aggiornamento: 03-08-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X