La Casa francese lascerà il World Rallycross per concentrarsi sullo sviluppo di vetture sportive ad alimentazione alternativa il cui ingresso in WRX “appare ancora incerto”.

Attraverso i propri canali ufficiali, la Peugeot ha annunciato il ritiro dal World Rallycross al termine della stagione 2018. La Casa del Leone rampante ha motivato questa decisione in termini soprattutto strategici; la divisione sportiva del marchio, tramite il proprio profilo Twitter ufficiale, ha spiegato che “dopo aver presentato la nuova generazione di veicoli ibridi ricaricabili nel quadro della propria strategia di elettrificazione al Mondiale dell’Auto di Parigi, Peugeot annuncia lo sviluppo di una nuova offerta di veicoli sportivi elettrici a partire dal 2020“.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Peugeot WRX, ritiro per incerta evoluzione verso l’elettrificazione

In aggiunta, fanno sapere dalla Peugeot, “il marchio concentrerà i propri sforzi sullo sviluppo di questi nuovi veicoli e ha deciso di conseguenza di ritirarsi dal campionato FIA World Rallycross al termine della stagione 2018, la cui evoluzione verso l’elettrificazione è incerta“. Anche il CEO della Peugeot, Jean-Philippe Imparato, ha motivato – via Twitter – la scelta del marchio negli stessi termini.

In un comunicato stampa, la Peugeot ha spiegato che la WRX, per via della “incertezza che circonda l’evoluzione della competizione verso una modalità elettrica entro il 2021“, è “sconnessa dal programma di elettrificazione del marchio, portato avanti in accordo con il piano che prevede un’offerta iniziale per l’inizio del 2020“.

Peugeot WRX
Fonte immagine: https://twitter.com/peugeotsport

L’elettrificazione” – prosegue la nota della Casa francese – “è una nuova opportunità per offrire nuove versioni ad alte prestazioni ai nostri clienti che cercano sensazioni sportive a basse emissioni. Le sensazioni di guida verranno ampliate dalle performance fornite dai modelli elettrici“.

In sostanza, la scelta della Peugeot rappresenta una reazione (negativa) al rinvio del passaggio dai motori termici a quelli elettrici da parte della WRX. Il marchio francese di fatti si accoda alla Audi, altro costruttore ad aver annunciato la propria uscita dalla competizione che, dopo cinque anni di crescita, deve far fronte ad un doppio forfait. Ad ogni modo, quest’anno la Peugeot ha profuso sforzi importanti in WRX, affidandosi a Bruno Famin e lanciando la Peugeot 208 WRX EVO Ufficiale che farà la sua ultima apparizione in Sud Africa.

Le reazioni dei fratelli Hansen al ritiro Peugeot WRX

La notizia, diramata il 18 ottobre, ha colto di sorpresa i piloti WRX Peugeot. Lo svedese Kevin Hansen, attraverso il proprio profilo Twitter ufficiale, ha scritto: “Questa mattina il mio mondo è stato capovolto. Questo è di gran lunga il giorno più difficile della mia vita. Mi dispiace moltissimo per tutti i miei amici alla Peugeot Sport, mando a loro tutto il mio affetto. Il futuro adesso è aperto, torneremo più forti. La Peugeot è fuori dal World Rallycross“. Anche Timmy Hansen, altro pilota del Team Peugeot Total e fratello di Kevin, ha annunciato il ritiro del marchio commentando con “vediamo cosa ci riserva il futuro“.

Fonte immagine: https://twitter.com/peugeotsport

Fonte immagine: https://twitter.com/peugeotsport

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-10-2018


Formula 1, ufficiale: Force India conferma Sergio Perez per il 2019

Formula 1, Hamilton domina le libere. Rabbia Vettel: tre posizioni di penalità