Matteo Salvini vuole Roma. Il leader della Lega è al lavoro per ‘conquistare’ la Capitale alle prossime elezioni.

ROMA – Le critiche di Matteo Salvini all’amministrazione Raggi hanno un chiaro secondo fine. L’indiscrezione viene riportata da Il Mattino con il vicepremier che sta ultimando i dettagli prima di iniziare una lunga campagna elettorale per entrare in Campidoglio nel più breve tempo possibile.

Nella giornata di ieri (mercoledì 17 aprile 2019 n.d.r.) il leader del Carroccio ha avuto un summit al Viminale con tutti i rappresentati romani del partito. Un punto della situazione della Capitale in vista delle prossime mosse da fare in questa lunga partita a scacchi con il M5s. A breve sarà pubblicata un’agenda tematica per Roma che servirà a presentare a tutti i cittadini programmi che la Lega ha in mente per rilanciare la città. Una campagna elettorale molto anticipata visto che le elezioni sono previste nel 2021.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial)

Salvini alla ‘conquista’ di Roma: lo ‘scatto matto’ del vicepremier

L’intenzione di Salvini di mettere i bastoni tra le ruote all’amministrazione Raggi è chiara e la direttiva sulle zone rosse sembra essere un chiaro segnale di un rapporto ormai ai ferri corti. Il Viminale è pronto nel mese di maggio di proporre Gerarda Pantalone come nuovo prefetto al posto di Paola Basilone.

Una ‘mossa’ che potrebbe consentire al vicepremier di manovrare con maggiore facilità Roma. Il possibile nuovo prefetto, infatti, è in perfetta sintonia con il ministro dell’Interno. E l’ultima direttiva sulle zone rosse dà maggiore potere proprio a questa autorità che potrebbe sostituirsi al sindaco.

La ‘conquista’ di Roma da parte di Matteo Salvini è iniziata con qualche anno di anticipo. Ma questa decisione potrebbe mettere in seria crisi il rapporto con il M5s visto che in più di un’occasione i grillini hanno ribadito la loro contrarietà a questa strategia.


Europee 2019, la lista dei candidati di Forza Italia: c’è un’esclusione a sorpresa

Sanità, il Governo commissaria la Regione Calabria. Grillo: situazione eccezionale