PIR, Piani di Risparmio Individuali e informazioni relative a questa misura dedicata agli investimenti.

Piani individuali di risparmio e Sviluppo di uno Strumento

Piani individuali di risparmio, definiti anche con l’acronimo di Pir.
Questi sono una nuova forma di investimento ideata per i piccoli risparmiatori.
I Pir sono stati introdotti il 1° Gennaio 2017 e vengono dopo soli 5 mesi, già considerati la nuova frontiera dei piccoli investimenti.
Cosa attira dei Pir?
Per rispondere a questa domanda occorre tenere presenti due diversi fattori:

  • Il vantaggio fiscale e la garanzia che il denaro investito viene impiegato al fine di sostenere le piccole e medie imprese (pmi) italiane.
  • La ragione per cui proprio le Piccole e Medie Imprese sono destinatarie di questi finanziamenti

Un elemento ha mosso questa scelta, e l’elemento in questione è quello relativo al fatto che buona parte del tessuto economico nazionale è costituito da queste tipologie di imprese ma che al contempo, le stesse hanno più difficoltà a finanziarsi.

Come funzionano i Piani di risparmio

  • I Pir possono includere una serie di strumenti finanziari quali:
    azioni
    obbligazioni
    fondi comuni
    vi è però una condizione, quella secondo cui questi investimenti non devono superare il 70% dell’investimento generale e che quest’ultimo deve essere fatto in strumenti finanziari che siano emessi da aziende italiane.
    Vi sono delle quote minime e massime al fine di accedere a uno di questi piani:
  • Investimento minimo 500 euro
  • Investimento massimo 30.000

Entrambi su base annua e tali investimenti vanno poi mantenuti per un minimo di 5 anni.

Costo dei Pir

L’attuale normativa prevede la detassazione di cedole e plusvalenze, in sostanza quindi si incassa il guadagno lordo, e tra l’altro è anche prevista l’esenzione sulle imposte di successione. Se la performance dovesse risultare negativa, sono si avranno cedole sul Piano sottoscritto di conseguenza non si godrà di alcun beneficio fiscale.
Va detto infine che se si sceglie di vendere il proprio Pir prima della scadenza dei 5 anni, bisognerà pagare l’aliquota del 26% prevista sulle rendite finanziarie.

certificato_unicasim


BFP e Fondi Obbligazionari tra gli investimenti sicuri per bambini

Come ottenere gli incentivi per chi si sposa nel 2017? Il Bonus Matrimoniale INPS