Pisapia: “Il Pd smetta di guardare a destra e torni a guardare a sinistra”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Il leader di Campo progressista: “Non vogliamo un’altra Sicilia, bisogna unire il centrosinistra“.

Le scorie delle elezioni siciliane si fanno ancora sentire nel centrosinistra. Nel pomeriggio il leader di Campo progressista, Giuliano Pisapia, aprendo i lavori di ‘Diversa, una proposta per l’Italia’, ha dichiarato: “Non vogliamo un’altra Sicilia, non possiamo non fare di tutto per unire, nella discontinuità, per unire il centrosinistra. Qualcuno dice che è missione impossibile? No, sino all’ultimo giorno, dobbiamo provare. Non basta distruggere, bisogna costruire: non è tattica, è buona politica. Lo dico al Pd, l’idea dell’autosufficienza è un suicidio politico: non possiamo lasciare il Paese alla destra. Mettersi in gioco è un atto di resistenza, una cosa molto bella. Per questo Campo progressista continua a pensare al suo percorso. Saremo gli ultimi a cedere su unità e discontinuità“.

Pisapia: “Nessun cammino per chi guarda al centrodestra

Il messaggio di Pisapia è chiaro e si rivolge ai vertici del Pd, che devono smettere di guardare a destra, tornando a rivolgersi a sinistra: “Non ci può essere alcun cammino per chi pensa che nel nuovo centrosinistra ci possa essere spazio per un nuovo o un vecchio centrodestra“. Nel corso della manifestazione è intervenuta anche la presidente della Camera, Laura Boldrini, come riportato dall’Ansa: “Di fronte a tante espressioni di indisponibilità credo che non ci siano più le condizioni per un’alleanza con il Pd. E io dico, purtroppo. Non sono contenta di questo. Campo progressista ha cercato un dialogo costruttivo con il Pd. L’obiettivo non era un’alleanza ‘purché sia’. Questo non basta. E non basta neanche fare le alleanze contro, per non far vincere qualcun altro“.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-11-2017

Mauro Abbate