Pisapia: “Il Pd smetta di guardare a destra e torni a guardare a sinistra”

Il leader di Campo progressista: “Non vogliamo un’altra Sicilia, bisogna unire il centrosinistra“.

chiudi

Caricamento Player...

Le scorie delle elezioni siciliane si fanno ancora sentire nel centrosinistra. Nel pomeriggio il leader di Campo progressista, Giuliano Pisapia, aprendo i lavori di ‘Diversa, una proposta per l’Italia’, ha dichiarato: “Non vogliamo un’altra Sicilia, non possiamo non fare di tutto per unire, nella discontinuità, per unire il centrosinistra. Qualcuno dice che è missione impossibile? No, sino all’ultimo giorno, dobbiamo provare. Non basta distruggere, bisogna costruire: non è tattica, è buona politica. Lo dico al Pd, l’idea dell’autosufficienza è un suicidio politico: non possiamo lasciare il Paese alla destra. Mettersi in gioco è un atto di resistenza, una cosa molto bella. Per questo Campo progressista continua a pensare al suo percorso. Saremo gli ultimi a cedere su unità e discontinuità“.

Pisapia: “Nessun cammino per chi guarda al centrodestra

Il messaggio di Pisapia è chiaro e si rivolge ai vertici del Pd, che devono smettere di guardare a destra, tornando a rivolgersi a sinistra: “Non ci può essere alcun cammino per chi pensa che nel nuovo centrosinistra ci possa essere spazio per un nuovo o un vecchio centrodestra“. Nel corso della manifestazione è intervenuta anche la presidente della Camera, Laura Boldrini, come riportato dall’Ansa: “Di fronte a tante espressioni di indisponibilità credo che non ci siano più le condizioni per un’alleanza con il Pd. E io dico, purtroppo. Non sono contenta di questo. Campo progressista ha cercato un dialogo costruttivo con il Pd. L’obiettivo non era un’alleanza ‘purché sia’. Questo non basta. E non basta neanche fare le alleanze contro, per non far vincere qualcun altro“.