Polemiche in Cina per una t-shirt Versace: l'azienda si scusa

Polemiche in Cina per una t-shirt Versace: l’azienda si scusa

Polemiche in Cina per una t-shirt Versace. L’azienda scusa: “Non ho mai voluto mancare di rispetto alla sovranità Nazionale”.

PECHINO (CINA) – Dopo il caso Dolce&Gabbana, in Cina le polemiche coinvolgono Donatella Versace. I media hanno denunciato la presenza su una T-Shirt di Hong Kong stato indipendente. Immediate le scuse della casa di moda: “Mi dispiace profondamente per lo sfortunato errore – scrive su Facebook non ho mai voluto mancare di rispetto alla sovranità della Cina“.

Di seguito il post di Donatella Versace

“I am deeply sorry for the unfortunate recent error that was made by our Company and that is being currently discussed…

Pubblicato da Versace su Domenica 11 agosto 2019

Il post su Facebook

Donatella Versace si è scusata con un lungo post su Facebook: “Mi dispiace profondamente – scrive la stilista – per lo sfortunato recente errore che è stato fatto dalla nostra azienda che è attualmente in discussione sui vari social media. Non ho mai mancato di rispetto alla sovranità Nazionale della Cina ed è per questo che ho voluto chiedere personalmente scusa per tale imprecisione e per ogni problema causato“.

L’azienda ha inoltre aggiunto: “Abbiamo iniziato le verifiche per migliorare il modo in cui operiamo giorno dopo giorno per diventare sempre più coscienziosi e consapevoli“.

Versace
fonte foto https://twitter.com/LaStampa

L’errore

L’errore riguarda una t-shirt della Versace. La stilista ha deciso di stampare i nomi di varie città, tra cui capitali e altre grandi città europee con la nazione di appartenenza a lato. E proprio su Hong Kong la questione più grave. La casa di moda ha dichiarato lo stato come indipendente e non appartenete alla Cina.

Un errore che ha trovato immediatamente le scuse dell’azienda e di Donatella Versace. Possibile che nelle prossime settimane la casa di moda decida di attuare qualche promozione o evento per farsi perdonare dalla Cina. Si tratta di una seconda polemica in pochi mesi visto che il brand Dolce&Gabbana era stato duramente criticato per accuse di razzismo. Scuse che alla fine riappacificare l’azienda e lo Stato.

fonte foto copertina https://twitter.com/LaStampa

ultimo aggiornamento: 11-08-2019

X