Polemiche social per il Capodanno su Canale 5 musica: musica, balli e trenino di mezzanotte mentre i gestori dei locali sono stati costretti a chiudere.

Ha fatto discutere il Capodanno in musica andato in onda su Canale 5. Una serata all’insegna del divertimento per saluta l’anno vecchio e accogliere l’anno nuovo. Balli, canti, festeggiamenti e trenini sono finiti al centro delle polemiche che hanno diviso i social. Con un Paese alle prese con una nuova ondata di contagi e con le misure restrittive con le quali sono stati vietati i veglioni, le feste di piazza e le feste nei locali, su Canale 5 si festeggiava liberamente, sostengono i critici. Troppo liberamente, sostengono alcuni.

Discoteca Ferragosto
Discoteca Ferragosto

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Capodanno su Canale 5, la protesta dei gestori dei locali (e non solo)

A protestare sono soprattutto i gestori dei locali, colpiti da una chiusura last minute che ha mandato all’aria un considerevole giro di affari. Con i locali chiusi, su Canale 5 andavano in onda festeggiamenti liberi, con il Teatro Petruzzelli che si è trasformato in una sorta di discoteca. Tutti hanno visto il tradizionale trenino dopo il brindisi di mezzanotte. Trenino che era stato sconsigliato dagli esperti per evitare contatti troppo ravvicinati.

Capodanno
Capodanno

Le polemiche sulla rete e sui social

Basta fare un giro sui principali social network per rendersi conto del malumore dei gestori dei locali ma anche delle persone che avrebbero volentieri festeggiato il Capodanno in discoteca. E invece niente. C’è addirittura chi parla della morte della democrazia, usando parole probabilmente eccessivamente forti ma figlie della disperazione e dell’amarezza.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 01-01-2022


Rave party su Alpe di Poti, intervento delle forze dell’ordine

Mezza Italia in zona Gialla dal 3 gennaio. Le nuove regole e il calendario delle restrizioni