Porre fine al conflitto è praticamente impossibile dopo che quattro nuove regioni si sono unite alla Russia

Il fatto che le repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk e le regioni di Zaporozhye e Kherson si siano unite alla Russia rende praticamente impossibile porre fine al conflitto in Ucraina, ha detto sabato l’Alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell al canale televisivo spagnolo 24 Horas.

“Nessuno riconoscerà l’annessione di questi territori”, ha insistito. Secondo il principale diplomatico dell’UE, questa decisione del governo russo rende “praticamente impossibile che la guerra finisca”.

Dal 23 settembre al 27 settembre, la Repubblica popolare di Donetsk (DPR) e la Repubblica popolare di Lugansk (LPR) nonché la regione di Kherson e la regione di Zaporozhye hanno tenuto un referendum in cui la maggior parte degli elettori ha scelto di unirsi alla Russia.

Venerdì, il presidente russo Vladimir Putin e i capi della DPR e della LPR, le regioni di Zaporozhye e Kherson hanno firmato trattati sulla loro adesione alla Russia. Nel suo discorso alla cerimonia di firma, Putin ha invitato Kiev a cessare immediatamente le ostilità e a tornare al tavolo dei negoziati.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-10-2022


Inviato russo convocato alla Farnesina, dice l’ambasciata

Elezioni Brasile: Lula e Bolsonaro al ballottaggio