Porsche 911 R: per nostalgici e collezionisti

La Porsche 911 R potrebbe essere tra le novità della Casa di Stoccarda per il prossimo Salone di Ginevra. Lo sostengono gli americani di Car and Driver. La particolarità? Il cambio manuale.

È risaputo che i porschisti duri e puri digeriscono male ogni novità che in qualche modo intacchi l’immagine della 911. Lo è stato nei cambiamenti estetici considerati troppo radicali, come il rifacimento del frontale nel 1994 dopo oltre trent’anni di produzione in cui la sagoma e la struttura della 911 erano rimaste molto simili. Come pure nel passaggio nel 1998 al motore boxer sei cilindri raffreddato a liquido, che trasformò radicalmente la fino allora inconfondibile “voce” della 911. Coincise inoltre con l’introduzione di nuovi gruppi ottici anteriori allungati e non più circolari.

L’ultimo tabù a cadere è stata l’introduzione sull’ultima versione della 911 GT3 del cambio a doppia frizione PDK in luogo di quello manuale presente sulla precedente 911 GT3 RS 4.0. Un affronto per molti puristi. Per questo pare che in Porsche abbiano deciso di presentare al prossimo Salone di Ginevra una versione particolare della 911 riservata ai duri e puri e, ovviamente, ai collezionisti.

Secondo gli americani di Car and Driver, che ne hanno dato per primi notizia, la Porsche 911 R, questo il suo nome, sarà prodotta in serie limitata e soprattutto verrà dotata di un evolutissimo cambio manuale. Avrà un prezzo in linea con l’esclusività, ma ricompenserà l’acquirente con prestazioni al top della categoria. Si parla di una potenza di oltre 500 cavalli.

ultimo aggiornamento: 14-10-2015

X