La Porsche 917 è un’auto da competizione iconica, usata anche da Steve McQueen, che ne possedeva anche una, nel film Le 24 ore di Le Mans.

Se parliamo di macchine leggendarie che hanno gareggiato alla 24 ore di Le Mans, la Porsche 917 è una delle più conosciute, sia per le sue vittorie sia perché è stata guidata (e posseduta) dall’attore Steve McQueen nel film Le 24 ore di Le Mans del 1971, diretto da Lee H. Katzin. Ma com’è nata la leggenda di questo auto sport prototipo, e quali sono le sue varianti del modello originale degli anni ’70? Ecco tutto quello che c’è da sapere!

La storia della Porsche 917: dalla nascita alla fama

La prima versione della Porsche 917 fu presentata al Salone di Ginevra del 1969. Si trattava di uno sport prototipo pensato per gareggiare nelle competizioni della categoria non superiore a 5 litri di cilindrata. Sviluppata a partire dalla Porsche 908, fu la prima vettura a montare un motore a 12 cilindri, e a far uso del titanio, del magnesio e alcune leghe esotiche impiegate per le auto da cronoscalata della della casa tedesca.

Porsche 917
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/porsche-917-auto-3106816/

La potenza che sprigionava il motore era di 520 CV a 8.000 giri al minuto. Sebbene la sua aerodinamica fosse bassa e tagliente, rientrò nella categoria delle vetture sport, e quindi stradali, e potè competere nelle gare, in particolare nella mitica 24 ore di Le Mans, anche se aveva delle alette stabilizzatrici collegate alle sospensioni posteriori, che le rendevano “al limite” della partecipazione.

Il debutto in pista fu alla 1000 km di Spa, ma il suo vero battesimo del fuoco, per la quale era stata creata, sarà alla 24 ore di Le Mans. L’auto vincerà questa competizione, nella sua versione 917K, sia nel 1970 sia nel 1971.

Le diverse versioni della Porsche 917

Al primo modello si sono succedute diverse versione della vettura sport. La Porsche 917PA ad esempio era una variante spyder, su richiesta per l’importazione degli Stati Uniti da parte di Porsche/Audi.

Una variante decisamente più significativa fu la Porsche 917K, che venne realizzata nel 1970 per risolvere i problemi di instabilità del primo modello. In particolare ci furono delle modifiche nella carrozzeria, nella parte posteriore rendendo la coda tronca e il profilo dell’auto ascendente. Infatti la K del nome stava per “Kurchek, ovvero codacorta“.

Della prima versione della 917 furono realizzati solamente 25 esemplari, ma 20 di questi vennero convertiti nella versione Kurchek. Il motore che montavano era da 4.907 cm3 e d 580 CV.

Inoltre ci fu anche la versione “codalunga” denominata Porsche 917LH. Negli anni a seguire, invece, l’auto subì diverse evoluzioni fino al 1981. I modelli che hanno fatto parte di questa evoluzione sono stati: Porsche 917/10, con motore 16 cilindri boxer da 750 CV; Porsche 917/16; Porsche 917/20; Porsche 917/30; e Porsche 917K/81, che fu realizzata per competere alla 24 ore di Le Mans del 1981.

La Porsche 917K di Steve McQueen

Come spesso succede, per fare diventare un’auto leggendaria bisogna che compaia in un film. È il caso del film Le 24 ore di Le Mans, titolo omonimo alla famosa competizione, in cui è protagonista Steve McQueen (che era un attore che con le belle macchine aveva un certo feeling, basti pensare nel film Bullit dove guidava una Ford Mustang del 1967). La pellicola non fece un grande successo al botteghino, ma negli anni si è ricavata uno spazio nella carriera dell’attore americano come una delle sue migliori.

Il film è ambientato nel corso della 24 ore di Le Mans del 1970, e McQueen guida una Porsche 917K n° 20 ufficiale. Sebbene fosse realizzato proprio nel periodo di gara, gli organizzatori non poterono fare partecipare l’attore in veste ufficiale, per problemi assicurativi, ma si sa con certezza che la cinepresa per le riprese fu montata sopra una Porsche 908 iscritta regolarmente alla competizione. Si tratta di un simil documentario sportivo sul mondo delle corse, che con alcuni altri film simili, tra cui Grand Prix di John Frankenmeier, è considerato il migliore nel suo genere.

Steve McQueen, come accennato, era già conosciuto come un’amante di belle auto (la Porsche gli aveva anche dedicato un’auto, la 930 turbo). Infatti, oltre a guidare nel film la Porsche 917K ne aveva anche una nel proprio garage.

L’auto che guidò nel film Le 24 ore di Le Mans, invece, è stata venduta all’asta nel 2017 per un prezzo complessivo di 14 milioni di euro. In verità il prezzo della Porsche 917 non è calcolabile per gli appassionati di motori e di cinema.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/porsche-917-auto-3106816/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
approfondimento Porsche

ultimo aggiornamento: 24-07-2020


MotoGP, recupero lampo di Marquez: il pilota spagnolo in pista a Jerez

MotoGP, Yamaha davanti a tutti nelle prove libere del GP d’Andalucia