Coronavirus, coppia di cinesi aggredita a Torino: indagini in corso

“Portate il coronavirus”, coppia di cinesi aggredita a Torino

Coppia di cinesi aggredita a bottigliate a Torino: “Portate il coronavirus”. Indagano i carabinieri che hanno visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza.

Coronavirus, coppia di cinesi aggredita a Torino. Secondo la denuncia sporta, i due sarebbero stati aggrediti a bottigliate da due ragazzi. I due gli avrebbero rinfacciato di essere portatori del virus che sta mettendo in ginocchio la Cina e che sta tenendo in allarme anche l’Italia.

Coronavirus, coppia di cinesi aggredita a Torino a colpi di bottiglia

L’aggressione, stando a quanto appreso, sarebbe avvenuta intorno alle due di notte nel quartiere Borgo Vittoria di Torino. La coppia di cinesi è stata avvicinata da due ragazzi, presumibilmente italiani, che li avrebbero accusati di essere portatori del coronavirus e fonte di contagio. I due, armati di bottiglia, avrebbero poi aggredito la coppia.

Le indagini dei carabinieri: visionate le immagini delle telecamere di sorveglianza

Sul caso indagano i carabinieri che hanno preso visione delle immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona. Lo scopo è quello di risalire all’identità degli aggressori. Le immagini saranno ovviamente confrontate con le dichiarazioni dei due cinesi che sarebbero residenti in Italia e lavorerebbero nel paese.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Coronavirus, rischio discriminazione

Da settimane le autorità italiane e non sono hanno posto l’attenzione proprio sul rischio di discriminazioni e gesti violenti e immotivati contro cittadini cinesi. Di nascita o di origine. In quest’ottica bisogna interpretare la visita simbolica del Presidente Mattarella a una scuola di Roma in un quartiere con un considerevole numero di cinesi.

Anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva condannato gli episodi di violenza definendo “sciocca” la discriminazione.

ultimo aggiornamento: 12-02-2020

X