Porto Torres, capotreno aggredita e molestata: è in stato di shock

Il gruppo di aggressori, di nazionalità nigeriana, sarebbe già stato individuato dalla Polizia ferroviaria.

chiudi

Caricamento Player...

Brutto episodio di cronaca alla stazione marittima di Porto Torres, nel sassarese. Secondo quanto riferito da Repubblica, un gruppo di uomini di nazionalità nigeriana avrebbe aggredito e molestato sessualmente una capostazione, ricoverata al pronto soccorso di Sassari in stato di shock. L’episodio si è verificato in mattinata, durante un controllo biglietti. La Polfer ha identificato gli aggressori, ma al momento non risultano provvedienti. La capotreno sarebbe stata aggredita dopo aver chiesto ai ragazzi di mostrare il ticket. Tutti i membri del gruppo ne erano risultati sprovvisti.

Capotreno aggredita, i sindacati: “Non si può continuare così

L’ennesimo episodio di cronaca sulle vetture ferroviarie ha fatto alzare la voce al segretario generale dei rappresentanti sindacali della Fit, Antonio Piras: “Non si può continuare così, con i lavoratori dei trasporti in balia dei violenti. Ormai registriamo un episodio di violenza al giorno e le lavoratrici e i lavoratori non possono essere lasciati soli. Chiediamo a ‘Protezione aziendale’ di Trenitalia un incontro urgente per valutare ulteriori azioni e iniziative da mettere in campo per meglio tutelare l’incolumità fisica del personale di front-line“. Stessa linea per Valerio Zoccheddu, segretario Fit Cisl Sardegna: “Il personale di bordo è sempre più solo, chiediamo di salvaguardare l’incolumità dei lavoratori e delle lavoratrici che quotidianamente sono vittime di aggressioni fisiche e verbali“.