Coronavirus, Lewis Hamilton: “Correre mi manca ogni giorno”. Ma c’è ottimismo: “Ne verremo fuori rinvigoriti, più gentili”.

Con un lungo post condiviso sul proprio profilo Instagram, Lewis Hamilton ha parlato della nostalgia per le gare, di un anno sportivo travolto dall’emergenza coronavirus e di un futuro incerto.

Visualizza questo post su Instagram

I miss racing everyday. This is the first time since I was 8 that I haven’t started a season. When you live and breath something you love, when it’s gone there’s definitely a big void. But there’s always positives to take from these times. Right now, we all have time in the world to reflect on life, our decisions, our goals, the people we have around us, our careers. Today, we see clearer skies all over the world, less animals being slaughtered for our pleasure simply because our demands are much lower and everyone staying in. Let’s not come back the same as we went into this tough time, let’s come out of it with better knowledge of our world, changing our personal choices and habits. Let’s come out of this as a new us, a new reinvigorated you, fitter, healthier and more focused but above all, kinder, more generous and gracious and caring for our world and the people in it. I hope we all do. #wecandothis #together #oneworld #wewinandwelosetogether

Un post condiviso da Lewis Hamilton (@lewishamilton) in data:

Hamilton, nostalgia delle gare, ‘C’è sicuramente un grande vuoto’

“Correre mi manca ogni giorno. Questa è la prima volta da quando avevo otto anni che non ho iniziato una stagione. Quando vivi e respiri qualcosa che ami e se ne è andato, c’è sicuramente un grande vuoto”, ammette il campione della Mercedes evidentemente provato dal punto di vista emotivo, come tutti gli addetti ai lavori in fondo.

Lewis Hamilton
Monza 07/09/2019 – qualifiche F1 / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Lewis Hamilton

‘Non torneremo ad essere gli stessi, ne verremo fuori rinvigoriti, più gentili’

Hamilton però ha voluto guardare anche al famoso bicchiere mezzo pieno, parlando delle lezioni positive che potrebbero essere assimilate dopo questa emergenza.

“Ci sono sempre però degli aspetti positivi da cogliere da questi periodi. In questo momento, abbiamo tutti il tempo per riflettere sulla vita, sulle nostre decisioni, sui nostri obiettivi, sulle persone che abbiamo intorno a noi, sulla nostra carriera. Oggi vediamo cieli più chiari in tutto il mondo, meno animali vengono massacrati per il nostro piacere semplicemente perché le nostre richieste sono molto più basse e tutti restano chiusi. Non torneremo ad essere gli stessi, usciremo con una migliore conoscenza del nostro mondo, cambiando le nostre scelte e abitudini personali. Ne verremo fuori diversi, rinvigoriti, più in forma, sani e concentrati, ma soprattutto più gentili, generosi e premurosi verso il nostro mondo e le persone che lo abitano. Spero che lo faremo tutti“.

ultimo aggiornamento: 29-04-2020


Pasta abrasiva: come usarla per rimuovere graffi e abrasioni

MotoGP, cancellate altre tre gare