Pralungo (Biella): novantenne ucciso a sprangate dal vicino di casa

Biella, novantenne ucciso a sprangate dal vicino

Pralungo (Biella): novantenne ucciso a sprangate dal vicino di casa. Arrestato un uomo di trentaquattro anni, ancora ignoto il movente dell’omicidio.

I carabinieri hanno fatto luce sul caso della morte di Dino Baglioni, il pensionato novantenne trovato morto nella sua abitazione di Pralungo (Biella). L’uomo è stato ucciso a sprangate dal suo vicino di casa.

Pralungo (Biella): novantenne ucciso a sprangate dal suo vicino di casa

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti anche grazie alla confessione del colpevole, Lorenzo Osella, l’uomo è stato ucciso a sprangate. L’arma del delitto è stata ritrovata sulle sponde di un torrente.

Dopo aver ucciso il novantenne, l’uomo ha portato il suo cadavere nel letto nel tentativo di inscenare una morte naturale. Sono bastati i primi rilievi della scientifica per smontare l’ipotesi e aprire un’indagine per omicidio. La messa in scena della morte naturale è stata infatti smontata da una macchia di sangue trovata nell’abitazione. L’autopsia sul corpo della vittima ha poi evidenziato le ferite al capo.

Le Forze dell’Ordine erano state allertate dal vice sindaco del paese, il quale si era preoccupato per l’assenza prolungata del pensionato, un frequentatore abituale del bar del paese in cui si recava quasi quotidianamente.

Carabinieri NAS
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Ancora da chiarire il movente che ha portato all’omicidio

Ancora non sono state rese note le cause della brutale aggressione. Secondo le indiscrezioni della stampa locale, il novantenne avrebbe sorpreso Osella mentre rubava in casa. A quel punto sarebbe nata una colluttazione che ha poi portato alla tragica morte del pensionato. Gli investigatori dovranno capire se l’intenzione dell’aggressore era quella di uccidere l’uomo o se si sia trattata di una conseguenza imprevista.

ultimo aggiornamento: 18-10-2018

X