Il premier Draghi sul conflitto in Afghanistan: “Lavoriamo ad una soluzione della crisi che tuteli i diritti umani”.

ROMA – Il premier Draghi con una nota pubblicata sul sito di Palazzo Chigi ha commentato il conflitto in Afghanistan. “Il presidente del Consiglio ringrazia le forze armate per le operazioni che stanno permettendo di riportare i nostri concittadini in base in Afghanistan. L’impegno dell’Italia è quello di proteggere i cittadini afghani che hanno collaborato con la nostra missione“.

Il Presidente – si legge ancora – è in continuo contatto con il Ministero della Difesa, Lorenzo Guerini, e il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. L’Italia è al lavoro con i partner europei per una soluzione della crisi, che tuteli i diritti umani, e in particolare quelli delle donne“.

Afghanistan sul tavolo del Consiglio Ue

La situazione in Afghanistan è in continua evoluzione e non si esclude una convocazione straordinaria di un Consiglio Ue per trovare una soluzione comune. I contatti tra i leader sono in corso, ma si attende la riunione dei ministri degli Esteri per prendere una decisione definitiva su un vertice con direttamente i premier e i presidenti.

Il primo ministro italiano ha garantito l’impegno da parte dell’Italia per proteggere i cittadini afghani e per questo motivo nei prossimi giorni potrebbero esserci altri voli da Kabul.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Mario Draghi
Mario Draghi

La situazione a Kabul

La situazione a Kabul continua ad essere molto confusa. I talebani hanno dichiarato conclusa la guerra, ma sono centinaia i cittadini diretti in aeroporto per provare a lasciare il Paese. L’Italia sta valutando la possibilità di inviare nei prossimi giorni diversi mezzi per poter organizzare il trasporto degli afghani.

Un tema che è al centro anche della discussione dei diversi leader europei. Il premier Draghi ha garantito il suo impegno per arrivare ad una soluzione comune con gli altri Paesi del Vecchio Continente.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 16-08-2021


Conflitto in Afghanistan, Letta: “L’Occidente ne esce a pezzi”. Salvini: “Rischio terrorismo”

Chi è Baradar, il leader dei talebani liberato nel 2018 su richiesta degli Usa