M5s, “Sula prescrizione il Pd farà la scelta giusta”. Marcucci: “La riforma è nelle mani del presidente Conte”. Salvini: “No alla riforma Bonafede”.

La prescrizione continua a infiammare la maggioranza di governo. Fonti del Movimento 5 Stelle, riportate dall’Ansa, hanno detto di confidare nella lealtà del Partito democratico, che dal canto suo ha fatto sapere di affidarsi alla decisione del premier Giuseppe Conte.

Alfonso Bonafede
Fonte foto: https://www.facebook.com/Alfonso.Bonafede.M5S/

Prescrizione, Movimento 5 Stelle: “Con le minacce non si va da nessuna parte”

Con le minacce non si va da nessuna parte. È opportuno, invece, dimostrare chiaramente di essere leali e andare avanti in maniera compatta. Con la riforma della prescrizione abbiamo la possibilità di mettere la parola fine all’era Berlusconi che ha fatto solo del male al nostro Paese. Siamo certi che il Pd farà la scelta giusta pensando all’interesse dei cittadini“, hanno fatto sapere fonti del Mavimento 5 Stelle come riportato dall’Ansa.

Marcucci risponde al Pd, “Serve un intervento correttivo”

Il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci ha rimesso la questione nelle mani del premier Giuseppe Conte, togliendo in realtà responsabilità decisionale al Movimento 5 Stelle.

“La riforma della prescrizione è nelle mani del Presidente Conte, non certo delle veline del M5S. Serve un intervento correttivo, decida Di Maio se vuole condividerlo con la maggioranza, o lasciare che il Parlamento si esprima liberamente”.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Salvini: “Se c’è da votare qualcosa che eviti danni agli italiani voto anche con topolino”

Sulla questione è intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini, che ha fatto sapere di essere disposto anche a votare insieme con il Pd per bloccare la riforma Bonafede.

“Se c’è da votare qualcosa che eviti danni agli italiani voto anche con topolino. Noi votammo la riforma con il rinvio di un anno per inserirlo in un pacchetto più ampio, Bonafede garantì ma poi è scomparso”.

Bonafede, “Non voglio rompere con nessuno o provocare una crisi di governo”

Sulla questione è intervenuto anche il ministro Alfonso Bonafede che ha provato a distendere i toni.

“Non voglio rompere con nessuno o provocare una crisi di governo […]. C’è una maggioranza con cui si può dialogare meglio su questi temi, dico lavoriamo […]. Mi rifiuto di pensare che una maggioranza in cui ci sono M5s e Pd possa mettere in crisi un governo sulla prescrizione”.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
evidenza movimento 5 stelle pd politica prescrizione primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 05-12-2019


Legge elettorale, accordo sul proporzionale corretto

Soldi alla Lega, chiesto il processo per Centemero