Fortunatamente la busta paga non è l’unica garanzia che è possibile offrire alle banche

Come si può ottenere un prestito personale senza busta paga? Offrendo una garanzia di tipo differente, come la firma di un fideiussore o un’ipoteca sulla casa.

I requisiti necessari per ottenere un prestito personale

Al fine di ottenere un prestito personale un cittadino deve rispondere a determinati requisiti.

Uno non trascurabile è l’età: in genere vengono concessi prestiti personali a persone che abbiano tra i 18 e i 70/75 anni.

Si deve inoltre risiedere in Italia e possibilmente essere intestatari di un conto corrente bancario.

Il requisito fondamentale è tuttavia poter dimostrare di avere un reddito regolare che faccia da garanzia alla solvibilità del richiedente il prestito.

Tale reddito può presentarsi sotto diverse forme: nel caso di un lavoratore dipendente si richiederà la busta paga, nel caso di un lavoratore autonomo sarà necessario presentare la propria dichiarazione dei redditi, nel caso di un pensionato il cedolino della pensione.

Si può ottenere un prestito personale senza busta paga?

E’ sicuramente difficile, ma non è del tutto impossibile.

lavoratori a tempo determinato per esempio possono accedere a prestiti che siano restituiti nell’arco della durata del loco contratto.

Gli studenti meritevoli possono accedere a prestiti d’onore grazie ad accordi che sono stati stretti negli anni passati tra gli atenei e le varie banche nazionali. In generale questi prestiti coprono somme discrete e raramente superano una rateizzazione di 36 mesi.

Chi non è in grado di offrire garanzie bastevoli con i soli propri mezzi può ricorrere a un fideiussore la cui firma sia posta a garanzia degli adempimenti contrattuali del debitore.

Per chi non ha da offrire in garanzia della propria solvibilità una busta paga o altri tipi di garanzia non si può far altro che ricorrere ai prestiti con ipoteca su beni immobili e mobili. Offrendo questo tipo di garanzie è bene tener presente che qualora si risultasse insolventi nei confronti dell’ente creditore si vedrebbero pignorati i propri beni, con il rischio di perderli definitivamente.

certificato_unicasim


Alitalia, sciopero di 24 ore: cancellato il 60% dei voli

Come funziona un piano di ammortamento del debito?