Uno degli aggressori di Niccolò Ciatti è stato consegnato all’Italia dalla Germania. Il comunicato della Farnesina.

ROMA – Uno degli aggressori di Niccolò Ciatti è stato consegnato all’Italia dalla Germania. Come comunicato dalla Farnesina, Berlino ha dato il via libera all’estradizione di Rassoul Bissoultanov, accusato di aver ucciso il giovane toscano in Spagna nel 2017.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nota della Farnesina sull’estradizione

Bissoultanov era stato arrestato in Spagna e poi era stato scarcerato. Soggetto a obbligo di firma, il ceceno si è dato alla fuga rifugiandosi in Germania, dove è stato bloccato dagli uomini delle forze dell’ordine e poi estradato in Italia

A comunicare l’estradizione è stata il ministero degli Esteri. “La Farnesina esprime grande soddisfazione – si legge nella nota riportata da RaiNews per la decisione delle Autorità giudiziarie tedesche in merito alla consegna alle Autorità italiane del cittadino russo di origine cecena, Rassoul Bissoultanov, ritenuto responsabile del brutale assassinio del giovane connazionale Niccolò Ciatti, avvenuto il 13 agosto 2017 in Spagna“.

I costanti contatti con Berlino e Madrid – hanno precisato dal Dicastero – hanno consentito di conseguire questo importante risultato, fondamentale per evitare l’accusato possa sottrarsi dalla giustizia“.

Tribunale
Tribunale

Scarcerato Rassoul Bissoultanov

Come comunicato dal padre di Niccolò Ciatti, Rassoul Bissoultanov, uno dei due ceceni accusati dell’omicidio del ragazzo, morto in seguito ad una aggressione avvenuta nel 2017 in Spagna, è stato scarcerato. La notizia della liberazione è stata confermata da legale della famiglia Ciatti. Non sono noti al momento i motivi che hanno portato alla scarcerazione.

La morte di Niccolò Ciatti

Il delitto di Niccolò Ciatti è avvenuto il 13 agosto 2017 in Spagna. Secondo le ultime informazioni confermate anche dai testimoni, il giovane italiano, in vacanza insieme ad alcuni amici a Lloret de Mar, è stato aggredito a calci e pugni dai tre ceceni.

Per lui non c’è stato niente da fare nonostante il disperato tentativo dei medici. A causare il decesso del giovane italiano sarebbe stato un calcio alla tempia. Ciatti è morto dopo ore di agonia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-12-2021


Feste e ponti, il calendario del 2022

La circolare del Viminale per Capodanno: controlli rafforzati per verificare il rispetto delle regole