Prete avvelenato con la candeggina in provincia di Cosenza

Paura a messa, prete avvelenato con la candeggina

Rose (Cosenza), prete si sente male durante la messa: tracce di candeggina nel calice utilizzato durante la celebrazione dell’eucarestia.

Avvelenato con la candeggina, prete si sente male durante la messe. Don Claudio Albanito stava celebrando quando ha accusato un malore proprio davanti all’assemblea dei fedeli.

Rose (Cosenza): prete avvelenato con la candeggina durante la messa

Il caso di cronaca è avvenuto a Rose, in provincia di Cosenza, lo scorso sabato. Lo sfortunato protagonista della vicenda è don Claudio Albanito. Il religioso ha accusato un malore dopo aver bevuto dal calice, come prevede il rituale.

L’uomo ha avvertito prima un bruciore alla gola, poi un forte senso di soffocamento. In seguito è stato colto da violenti conati di vomito. Il tutto davanti all’assemblea attonita e ormai in preda al panico.

L’uomo è stato soccorso dai sanitari, prontamente allertati, ed è stato soccorso in ospedale per accertamenti e controlli medici.

Ambulanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/ItalianRedCross

Trovate tracce di candeggina nell’ampolla usata durante la cerimonia

Stando alle indagini avviate per far luce al misterioso malore avvertito dal religioso, nel calice utilizzato durante la cerimonia per la consacrazione del vino, sarebbero state trovate tracce di candeggina

Intervenuto ai microfoni dell’Ansa, il prete, parroco della parrocchia nella quale è successo il fattaccio, ha fatto sapere di non aver sporto denuncia ma di non escludere di fare ricorso alla giustizia per fare luce su un episodio gravissimo, difficile da archiviare come uno scherzo di pessimo gusto.

“Non so cosa pensare vorrei considerarla una burla, ma ho difficoltà considerata la gravità del gesto. Per ora non ho sporto denuncia, ma solo informato i carabinieri. Non ho idea di chi possa essere stato, né se si tratti di una svista o di qualcosa di diverso. Sono ancora frastornato”.

ultimo aggiornamento: 11-06-2019

X