Preventivo assicurazione viaggio, come fare: tutte le istruzioni

Preventivo assicurazione viaggio: come si fa e quali sono le condizioni?

Preventivo assicurazione: cos’è

Il preventivo dell’assicurazione è un documento dove la compagnia di assicurazioni indica le coperture assicurative con i relativi prezzi e condizioni.

Nel caso di una polizza viaggi, quindi, la compagnia metterà nero su bianco quali sono gli imprevisti che potrà anticipare o rimborsare per la persona assicurata.

Il preventivo non nasce con numeri a caso. Per ottenerlo, è necessario fornire delle indicazioni alla compagnia.

Dare queste informazioni non significa mettere a repentaglio la propria privacy: di solito, si tratta di richieste generiche.

In particolare, le informazioni richieste saranno:

  • Tipo di polizza. Si potrà scegliere di ottenere una polizza completa, per il solo annullamento del viaggio, oppure per i paesi che aderiscono al trattato di Schengen.
  • Il numero di viaggiatori.
  • Se ci sono viaggiatori over 80 o meno.
  • Area di destinazione. Si può scegliere una polizza per l’Europa, per l’Italia, per la Russia o per il resto del mondo.
  • Luogo di partenza.
  • Giorni di permanenza nel paese estero. Serve per valutare rischi, coperture e quindi prezzi.

A questo punto, sul sito della compagnia di assicurazioni, ci sarà un preventivo mirato per le proprie esigenze.

Preventivo online assicurazione viaggio: cosa fare

Ora, non resta che seguire la procedura guidata. Prima, però, è bene verificare i pro e i contro della proposta della compagnia di assicurazioni. Una volta accettato il preventivo, infatti, non si potrà tornare più indietro.

Un preventivo completo mostra diverse soluzioni. I prezzi differenti si riferiscono a coperture in più. Naturalmente, più coperture si trovano, più si paga. Per esempio, chi ha un massimale illimitato paga di più rispetto a un massimale con un limite.

Una compagnia di assicurazioni seria mette a confronto le proprie proposte in una pagina chiara. Così, è davvero l’assicurato a scegliere cosa fa al caso proprio.

Per scegliere, basta cliccare su “Seleziona”, poi scegliere “Acquista”. Infine, si potrà procedere al pagamento della polizza con la carta di credito.

Le condizioni della polizza saranno le stesse scelte in preventivo. Quindi, nessuna sorpresa. Per legge, infatti, se il preventivo viene accettato, neanche la compagnia può cambiare idea cambiando la propria offerta. Ovviamente, anche chi ha scelto quell’assicurazione non potrà chiedere più modifiche dopo il pagamento della polizza per viaggiare.

Il preventivo non è obbligatorio, ma è sempre meglio chiederlo per non ritrovarsi di fronte a brutte sorprese.

Come si ottengono i documenti di viaggio

preventivo assicurazione viaggio come fare
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/mare-gabbiano-bird-seevogel-1993791/

In passato, per ottenere i documenti di viaggio si firmava il preventivo in sede, si pagava in contanti e, dopo una settimana, si veniva richiamati per ricevere i documenti.

Per fortuna, le cose cambiano. Oggi, una volta completato l’acquisto, si ottiene tutto in tempo reale. Infatti, molte compagnie di assicurazioni online chiedono agli assicurati di registrarsi sul sito prima di completare il pagamento della polizza.

Per farlo, basta andare in alto a destra, dove sta scritto “Registrati“. Una volta compilati tutti i campi e cliccato sulla mail di conferma, si ottengono le credenziali per accedere al sito (nome utente e password).

Questa operazione si può fare anche dopo aver chiesto il preventivo, prima di pagare. Così, i documenti di viaggio si possono ottenere via mail in formato PDF, oppure direttamente sul proprio pannello di controllo.

Per portarli con sé, basterà fare una fotocopia. Se la compagnia avesse bisogno di alcuni documenti, si potranno mandare sempre via mail, digitalizzandoli con uno scanner casalingo.

Nei documenti di viaggio, sarà inserito anche il numero di telefono della compagnia di assicurazioni da chiamare in caso di emergenza.

Preventivo polizza assicurativa viaggio: è vincolante?

Il preventivo per una polizza assicurativa viaggio non è vincolante. Il potenziale cliente può chiedere un preventivo e scegliere, poi, quello di un’altra compagnia, ritenuto più conveniente. Se la proposta, però, è convincente, è bene non perderla.

Infatti, le condizioni possono cambiare e si dovrà chiedere un secondo preventivo per avere la possibilità di scegliere di nuovo quella compagnia per lo stesso viaggio.

Una volta pagata la polizza collegata a quel preventivo, però, le condizioni non si potranno più cambiare. Di conseguenza, è sempre bene verificare quanto scritto nel preventivo prima di firmare.

Le compagnie migliori indicano anche i fogli illustrativi, che si possono scaricare dal sito in formato PDF. In questo modo, si ha un’idea chiara di quali sono tutte le condizioni della polizza.

La tutela della persona in viaggio passa anche da qui. Le condizioni possono fare la differenza tra una polizza inutile e una polizza che, invece, si presenta come un’ottima soluzione di viaggio.

Consigli utili per scegliere la polizza dal preventivo

Come scegliere la polizza dal preventivo? Semplicemente, dando un’occhiata nei dettagli a tutte le voci di spesa. Il prezzo deve essere chiaro fin da subito, così come le differenze di prezzo legate a maggiori coperture.

Le coperture che non devono mancare mai sono:

  • Spese mediche. Se l’assicurato si sente male nel paese estero, la compagnia deve anticipare le spese mediche, assicurando un massimale certo.
  • Perdita dei bagagli. Se i bagagli si perdono in aeroporto, allora deve esserci adeguata copertura assicurativa.
  • Annullamento del viaggio. In questo caso, si valutano tutte le condizioni. In particolare, la formula base tutela in caso di: malattia personale o di parente stretto, morte dell’assicurato o di un parente stretto e problemi con la compagnia aerea. Le altre coperture sono opzionali.

Oltre a questi dettagli, nel preventivo devono esserci:

  • L’indicazione del massimale per ogni copertura.
  • L’indicazione della franchigia, dove presente e come si applica.
  • Eventuali oneri a cui l’assicurato deve provvedere anche se la polizza viene sottoscritta.

Ogni compagnia metterà la sua proposta in preventivo, ma l’ultima parola spetta sempre a chi deve pagare la polizza. Una compagnia seria non ha problemi a mostrare il proprio prezzo e, magari, vanta anche anni di attività sul campo.

Per questo, è bene scegliere i preventivi di compagnie che si occupano solo di questo settore: perché hanno competenze specifiche.

Con la polizza a portata di mano tra i documenti di viaggio, non resta che partire con il piede giusto per una vacanza davvero indimenticabile.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/aeromobili-aereo-volo-militare-3148187/

ultimo aggiornamento: 17-02-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X