Le prime dosi del vaccino Moderna contro il Covid sono arrivate in Italia. Poi si procede con la distribuzione tra le Regioni.

L’Italia sorride e riceve le prime dosi del vaccino di Moderna contro il Covid, con le nuove dosi che consentiranno di rafforzare la campagna di vaccinazione che procede a buon ritmo nonostante alcune criticità. E viene in mente la situazione delle Campania, con De Luca che nella giornata del 10 gennaio ha comunicato che la Regione ha terminato le dosi.

Covid, arrivano le prime dosi del vaccino Moderna

A partire dal 12 gennaio in Italia arrivano le dosi di Moderna, che dovranno essere distribuite sul territorio nazionale in maniera pratica e soprattutto oculata. Il rischio è quello di andare a riempire i magazzini di Regioni già ben fornite solo perché hanno un maggior numero di abitanti. Una scelta che sarebbe effettivamente poco saggia.

Vaccino
Vaccino

Le Regioni virtuose

Campania, Toscana e Veneto dal punto di vista delle somministrazioni del vaccino sono le Regioni più virtuose. La macchina è rodata e si procede a buoni ritmi. Certo, bisogna perfezionare i rapporti con il pubblico magari per evitare le lunghissime code che abbiamo visto proprio in Campania. Chiusa parentesi, la regione di Vincenzo De Luca procede a ritmi serrati e attende le nuove dosi.

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca

La distribuzione del vaccino Moderna tra le Regioni

Nella giornata del 12 gennaio arrivano 47.000 dosi di Moderna. Il problema è che per la consegna sul territorio nazionale si dovrà attendere il giorno seguente. Con il rischio concreto che le regioni a corto di dosi perdano di fatto un giorno per problemi logistici e di tipo organizzativo.

Bisogna inoltre ricordare che Moderna inizialmente sembrava destinato agli over 80, che rientrano nel secondo periodo della prima fase di vaccinazione. Invece il vaccino è stato approvato prima del previsto, quindi potrebbe essere somministrato anche ai medici Anche se l’intenzione delle Regioni sarebbe comunque quella di destinare Moderna alle persone con più di 80 anni. In questo caso dovrebbero tenere le dosi in magazzino fino a quando non sarà terminata la vaccinazione di medici, infermieri, personale ospedaliero, ospiti e dipendenti delle Rsa. In alternativa il vaccino Moderna può essere somministrato anche ai medici, per proseguire con la campagna di vaccinazione senza intoppi e ritardi.

Le prime dosi del vaccino alle Regioni con più Over 80

Le prime dosi del vaccino Moderna arrivate in Italia saranno distribuite tra le Regioni con più cittadini Over 80, che potranno quindi essere vaccinati forse con qualche settimana di anticipo rispetto alle previsioni. Non si esclude infatti che le Regioni che avranno a disposizione le dosi di Moderna possano iniziare a chiamare gli over 80.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca Moderna vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 13-01-2021


Gran Bretagna, primi effetti della Brexit: intoppi doganali, scaffali vuoti

Coronavirus, le indicazioni del Cts: stato di emergenza fino al 31 luglio