Le probabili formazioni di Russia-Arabia Saudita, sfida inaugurale del Mondiale. Cercesov sceglie il 4-1-4-1. Pizzi si affiderà a Muwallad in attacco.

MOSCA (RUSSIA) – Il grande giorno è arrivato. Alle 17 si inaugurerà il Mondiale con l’unica sfida in programma per il giorno di apertura (14 giugno n.d.r.). I padroni di casa della Russia ospiteranno l’Arabia Saudita: sfida non molto complicata per i ragazzi di Cercesov, visto che gli africani non sembrano in grado di creare grandi pericoli ad Akinfeev e compagni.

Mondiali Russia 2018
Fonte foto: pexels.com/photo/close-up-code-coding-computer-239898/ e fifa.com/worldcup/ (elaborazione)

Mondiali 2018, le probabili formazioni di Russia-Arabia Saudita

Tutto confermato tra i padroni di casa che si dovrebbero schierare con il consueto 4-1-4-1. Davanti ad Akinfeev giocheranno Fernandes, Granat, Ignashevich e Kudryashov. Zobnin sarà il mediano davanti alla difesa. Smolov agirà come unica punta con Samedov, Golovin, Kuzyaev e Zhirkov che giocheranno alle sue spalle.

L’Arabia Saudita dovrebbe affidare all’ormai collaudato 4-2-3-1. In attacco Pizzi si affiderà all’esperienza e ai gol di Muwallad. Dietro l’unica punga agiranno Dawsari, Jassam e Shehri.

Russia (4-1-4-1): Akinfeev; Fernandes, Granat, Ignashevich, Kudryashov; Zobnin; Samedov, Golovin, Kuzyaev, Zhirkov; Smolov. All. Cercesev

Arabia Saudita (4-2-3-1): Al Mayoof; Al-Buryak, Hawsawi M., Hawaswi O., Shahrani; Fraj, Ateef; Dawsari, Jassam, Shehri; Muwallad. All. Pizzi

Arbitro: Nestor Pintana (Argentina)

Il fischio d’inizio del match è fissato per le ore 17 italiane allo stadio Luzhniki di Mosca. La sfida sarà visibile in chiaro su Canale 5 e in streaming su Premium Play.

Di seguito il video con il trailer di Russia-Arabia Saudita

fonte foto copertina https://www.facebook.com/RussiaDiversa/

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Arabia Saudita calcio calcio news mondiali russia 2018 Russia

ultimo aggiornamento: 14-06-2018


14 giugno 1967, il Milan vince la prima Coppa Italia

Gds, le ipotesi in ballo per il post-Yonghong Li